Tutti pazzi per la carta!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dall'arredamento alla moda, ecco l’ecotrend più attuale.

 Per leggere, scrivere e decorare, ma anche da abitare e indossare. La carta, flessibile, fragile o resistente, ma soprattutto riciclabile, in tutte le sue varianti si presta a utilizzi infiniti, a volte impensabili, ma sempre con un occhio rivolto alla sostenibilità. A raccontare l'universo carta, dal design alla moda passando per l'architettura, è Laura Barreiro, Coordinator Europe - Sustainability and Stakeholders Engagement di Asia Pulp & Paper.

La carta nell'arte, come nel caso dell’artista milanese Caterina Crepax, che utilizza per lo più carta riciclata: vecchi scontrini fiscali, scarti di lavorazione delle tipografie, rotoli per calcolatrici. Nelle sue mani la carta subisce una metamorfosi assumendo le sembianze di fiabeschi abiti femminili, come quelli prodotti per il Teatro alla Scala, dai raffinati ricami; crisalidi di farfalle; gusci svuotati di insetti di macro-dimensioni; busti di donne appena abbozzati che si illuminano dall’interno.

La carta come elemento decorativo, come nel caso della carta da parati, complemento d’arredo che può trasformare la percezione dello spazio e conferire diverse personalità agli ambienti. La bellezza e l’eleganza delle carte da parati viene celebrata dalla mostra “Decorare le pareti. Quattro secoli di carta da parati”, allestita presso il Museo di Arti Decorative di Parigi (fino al 12 giugno 2016): 300 pezzi esposti sui 400.000 di proprietà del museo, per ripercorrere la storia della carta da parati dal XVIII secolo ad oggi.

Carta che arreda nel senso stretto del termine. Frank O'Gehry fu tra i primi, negli anni Settanta, a creare mobili con il cartone ondulato. Oggi l'architetto giapponese Shigeru Ban si è spinto oltre: ha costruito edifici etici in aree distrutte da catastrofi naturali con tubi di cartone pressato e riciclato. Opere singolari e sorprendenti, come le mini-abitazioni realizzate dopo il terremoto di Kobe, in Giappone, la Cardboard Cathedral in Nuova Zelanda, o lo spazio concerti a L’Aquila.

Soluzioni di arredo innovative proposte dal sito australiano Karton, i cui designer hanno dato vita a un modo alternativo ed ecologico di riciclare materiali come i contenitori della pizza da asporto e gli imballi dalle consegne delle merci; pile e pile di fogli di cartone sovrapposti, pressati e piegati danno vita a strutture per il letto, librerie, tavoli e tanti altri complementi d’arredo sostenibili senza utilizzare colle o altri attrezzi, facili da montare grazie ai kit forniti dall’azienda, le istruzioni e i tutorial online. Dalla start up marchigiana Kubedesign, arredi e complementi in cartone multistrato 3D dalle performance paragonabili ai materiali tradizionali.

La carta si indossa. Dai vestiti bianchi di Rei Kawakubo, fashion designer giapponese, fino agli abiti origami di Issey Miyake, ricordando anche il giardino di carta piegata e intagliata di Chanel, allestito al Grand Palais per la collezione haute couture primavera/estate 2015. In Italia l’artista e stilista Raffaella Zavalloni ha fatto della carta e del cartone i materiali principali delle sue creazioni moda, mentre Bottega Veneta ha realizzato una clutch in carta giapponese washi, realizzata con l'arbusto della pianta gampi.

La carta ispira anche i gioielli, come le creazioni della designer argentina Ana Hagopian, mentre rimandano alle forme delle conchiglie, dalle superfici vellutate, le creazioni della finlandese Janna Syvanoja, fatte di ritagli di carta stampata. Carta ai piedi, con “Cartina” la prima scarpa in carta riciclata e riciclabile tutta Made in Italy. La collezione Cartina propone calzature di carta non solo ecosostenibili ma anche belle da vedere e comode da indossare: a livello estetico hanno le caratteristiche di morbidezza, impermeabilità e resistenza della pelle, ma con un impatto ambientale decisamente ridotto.

Il piacere intramontabile della pagine da scrivere, la magia di un quaderno di carta, il loro profumo: sono gli elementi che hanno ispirato Writing, piattaforma online che raccoglie progetti internazionali, dai i bloc-note di carta biologica alle copertine stampate a mano; dai quaderni fatti con le carte alimentari dei mercati di Palermo, ai notebook che odorano di Coccoina che risveglia nostalgie d'infanzia. E ancora Inspira, la linea di cartoleria di Asia Pulp & Paper (App), ispirata al design anni ’70 o alla street art, creata graficamente a Padova, comprende agende personalizzate ed eco-compatibili.

fonte adnkprometeo ( http://www.adnkronos.com/sostenibilita/tendenze/2016/02/23/dall-arredamento-alla-moda-tutti-pazzi-per-carta_vEsZe6JDnkJhE0zmoC40SI.html )