3 caffè al giorno per combattere il cancro alla prostata

Vota questo articolo
(0 Voti)
Secondo uno studio realizzato dai ricercatori dell'IRCCS Neuromed di Pozzilli - Isernia (Molise), in collaborazione con l'Istituto superiore di Sanità e l'Istituto dermopatico dell'Immacolata di Roma, pubblicato sull’International Journal of Cancer, il caffè sarebbe un aiuto naturale per proteggere gli uomini dal cancro alla prostata.

Ne basterebbero tre tazzine al giorno per ottenere i preziosi benefici.

Lo studio ha preso in oggetto un campione di circa 7000 uomini residenti in Molise ed ha avuto una durata di 4 anni.
Nell'arco di questo lungo tempo i ricercatori hanno potuto notare che il rischio di ammalarsi di tumore alla prostata si sarebbe ridotto del 53% in quei soggetti che bevevano tre o più tazzine di caffè al giorno.

Per verificare i risultati ottenuti con lo studio sui partecipanti, gli studiosi hanno eseguito sperimentato l'azione di caffè su cellule tumorali prostatiche coltivate in laboratorio. Quello che è emerso è che gli estratti contenenti caffeina hanno la capacità di ridurre la crescita e la metastatizzazione delle cellule cancerose, in maniera molto più elevata rispetto a quelli decaffeinati. 

Precisano, però, gli studiosi: lo studio è stato effettuato su una specifica popolazione, quella molisana, che "beve caffè all'italiana, preparato con alta pressione, temperatura dell'acqua molto elevata e senza uso di filtri". I risultati, quindi, potrebbero variare notevolmente in altre parti del mondo, in cui il caffè è bevuto in maniera considerevolmente differente.

Non solo la nostra dieta, con il suo particolare stile alimentare e i suoi cibi, ma anche il particolare modo di prepararli potrebbero segnare una svolta nella prevenzione e nella lotta a queste malattie.