Dimentichi le cose? Sei comunque intelligente

Vota questo articolo
(0 Voti)
Non preoccupatevi se non ricordate qualcosa, siete comunque intelligenti! 

 

Uno studio dimostra che il nostro cervello lavora proprio per questo tramite dei meccanismi che ottimizzano i processi decisionali. Ciò ci consente di valutare solo le informazioni più utili.
Due ricercatori canadesi, Blake Richards e Paul Frankland, hanno lavorato sull'esistenza di differenti processi cerebrali che spingono all'oblio, cioè l'eliminazione di connessioni sinaptiche tra i neuroni in cui vengono codificati i ricordi e la generazione di nuovi neuroni da parte delle cellule staminali. Quando questi neuroni si aggiungono all'ippocampo, le nuove connessioni create scrivono sopra le memorie qui conservate e rendono più difficile accedervi. Successivamente essi hanno provato a trovare delle affinità tra i meccanismi cerebrali degli esseri umani e i principi d'apprendimento alla base dell'intelligenza artificiale. Così facendo hanno concluso che l'oblio è importante così come la memorizzazione nei sistemi mnemonici, perché il principale obiettivo della nostra memoria è ottimizzare i processi decisionali. Perciò la connessione tra questi due meccanismi ci permette di fare scelte più intelligenti.