Dormire e sognare

Vota questo articolo
(1 Vota)
Dormire è vitale per l'organismo e ci consente di sognare ed elaborare le informazioni ricevute durante il giorno.

 

Necessario per recuperare le energie, apprendere e ricordare, poichè il cervello mentre si dorme è in piena attività.

Le ore necessarie vanno dalle 7 alle 9 in maniera ininterrotta, ma ci sono differenze individuali anche dovute ai geni, infatti alcune ricerche hanno dimostrato che chi ha la mutazione di un gene DEC2 dorme meno degli altri e non manifesta i sintomi tipici della mancanza di sonno, il loro cervello riesce comunque a svolgere le stesse funzione rispetto a chi dorme dalle 7 alle 9 ore.

La luce è il più importante regolatore del nostro orologio biologico che ci tiene svegli o ci fa dormire, infatti le ore che utilizziamo per dormire sono quelle notturne, ed è sempre stato così, anche i primitivi di notte si riposavano, il calar del sole segnava la fine della giornata e il riposo. Inoltre di notte scendono le temperature e questo è un fattore che aumenta l'efficacia del sonno.

Proprio perchè il nostro cervello è sempre attivo, sogniamo, ma spesso i sogni sono strani, non li ricordiamo, ma ci permettono di elaborare gli eventi quotidiani e collegarli con i ricordi e trovare nuove soluzioni.

Molto spesso sogniamo eventi legati a ciò che abbiamo realmente vissuto, a persone che abbiamo visto durante la giornata, o alle quali abbiamo pensato molto. I sogni non sono troppo diversi dalle fantasie che facciamo per prepararci a ciò che accadrà e molto spesso portano consiglio, ci possiamo svegliare con nuove idee e nuove visioni dei problemi, e magari con il sorriso. Sognare qualcosa che si desidera può farci svegliare felici, ma anche tristi se questa cosa non possiamo averla.

Si possono però fare anche brutti sogni, gli incubi, che possono essere particolamente realistici, avvengono nella fase REM e soprattutto di mattina. Possono riguardare eventi traumatici o paure degli individui. Sono più comuni in caso in cui l'individuo sia depresso o molto ansioso. 

Possiamo sempre scegliere di smettere di sognare se abbiamo paura di quello che accade nel nostro sogno, questo poichè il nostro cervello è attivo.

Ma perchè dimentichiamo i sogni? Freud risponde che abbiamo bisogno di reprime i nostri sogni, per proteggerci da essi, così il nostro cervello li rimuove per evitare danni alla nostra persona. Sta di fatto che quando facciamo gli incubi preferiamo scordarli e il nostro cervello ci aiuta in questo.

Nei sogni però possiamo essere chiunque, fare qualunque cosa, vivere in posti bellissimi e rivedere persone care che non ci sono più.

Si sa che i sogni son desideri!