Il boom delle serie tv

Vota questo articolo
(0 Voti)

Oggi il numero di appassionati di serie tv è alle stelle in tutto il mondo.

 


Il business delle serie Tv è tra i più ricchi e fruttuosi in America.
Fino a pochi anni fa, le serie tv erano considerate prodotti di serie B: venivano girate e scritte con poca cura. Gli attori consideravano il recitare in produzioni destinate al piccolo schermo un trampolino di lancio o la loro ultima spiaggia.
Ma da quando c'è stata l'espansione globale di servizi di streaming come quelli di Netflix, ed è cresciuta l'abitudine di vedere contenuti video su tablet e smartphone, anche mentre si è a letto,  si sono moltiplicate le occasioni di visione esagerata delle serie tv.
Soprattutto per i giovani è molto difficile "staccarsi" dallo schermo e rimangono a guardare serie tv anche tutta la notte.
Ogni episodio finisce sempre sul più bello, ma oggi non è necessario aspettare una settimana, come quando si aspettavano le fiction la sera, oggi le puntate sono disponibili quando vogliamo, a qualsiasi ora, senza nemmeno dover cliccare per attivare la successiva.
Questo nei giovani può causare depressione e solitudine a discapito delle relazioni, del lavoro,della scuola e di uscire all'aria aperta.
Inoltre può causare disturbi del sonno e quindi abbassamento della concentrazione e stanchezza del giorno dopo.
La vita reale per i ragazzi va a rotoli perchè il mondo parallelo da cui non si riescono a staccare diventa quello principale.
La personalità di un 50enne può uscire indenne da una maratona di serie tv,ma per un ragazzo i danni sono principalmente come abbiamo visto, nella concentrazione, nelle relazioni e nel disturbo del sonno.

 

Ovviamente vedere delle serie tv è un ottimo passatempo per staccare la spina dalle fatiche della giornata, ma bisogna sempre mettere un freno, come in tutte le cose.