Cosa dice di te la tua scrittura

Vota questo articolo
(0 Voti)
La scrittura è una proiezione esatta, in forma simbolica e allusiva di se stessi, di ciò che si è, si sente, si vuole, si decide, si fa.


Dalla nostra scrittura si capiscono molti aspetti del nostro carattere, come la sessualità, l’espansività e l’apertura nei confronti del mondo circostante. Oppure se siamo ansiosi, depressi, gelosi.

Come si interpreta la scrittura?

Prima di tutto il foglio su cui scriviamo in quanto rappresenta l’interazione con il mondo esterno.

La parte alta del foglio rappresenta luce, bene, intellettualità, immaginazione, sentimento, aspirazioni.
La parte sinistra: passato, madre, origine, introversione, interiorità, conservazione, narcisismo, repressione, egoismo.
La parte destra: avvenire, padre, estroversione, socialità, iniziativa, conquista, aggressività, attività, progressione.
La parte bassa: notte, buio, terra, male, nutrizione, sessualità, interessi economici, introversione.

Poi la pressione esercitata dal soggetto è la stessa che il soggetto attiva con gli altri e l’ambiente, è indice della virilità ma anche di stati d’animo ansiosi e nervosi.

La direzione ovvero la posizione del rigo, rispetto al foglio e l’andamento orizzontale, ascendente o discendente, sono rivelatori del modo di porsi e di agire nei confronti dell’ambiente.
Grafia inclinata a destra: è indice di una personalità estroversa, generosa, cordiale e affettuosa.
Grafia inclinata a sinistra: indice di una personalità timorosa e riservata, può indicare frustrazioni represse.
Grafia dritta e retta: indica una personalità calma e sicura, che non si lascia condizionare dalle paure.
Grafia con tendenza a dirigersi verso l’alto e a destra, si può trattare di una persona ottimista in grado di controllare la propria euforia. Sono soggetti vivaci, allegri di natura con tendenza alla leadership. Se la tendenza è esasperata, probabilmente ci si trova di fronte ad una persona incline a sovrastare gli altri.
Grafia con tendenza verso il basso, svela un carattere pessimista depresso o magari volto alla menzogna.

Il voler aderire ossessivamente al rigo esprime insicurezza e un bisogno forte di controllo della realtà che si registra anche nella chiusura meticolosa delle O.

La mania della legibilità delle lettere esprime una sindrome nevrotica da perfezionismo compulsivo.

La velocità indica la capacità di comprensione e rielaborazione delle informazioni di cui veniamo a conoscenza.

La coesione tra lettere e caratteri indica la capacità di relazionarsi con il mondo esteriore.

La grafia
Evitare le maiuscole a inizio rigo evidenzia poca autostima e ineguadezza.

La scrittura in stampatello denota un atteggiamento perfezionistico legato, probabilmente alla tendenza a rispettare le regole in modo meticoloso. Oppure, rivela un’idealizzazione marcata di Sè.
La scrittura piccola, se ordinata ed armonica, manifesta controllo della realtà, attitudine all’analisi ed alla ricerca scientifica.
La scrittura in corsivo, denota una disponibilità e uno sforzo alla relazione e alla comunicazione, una ricerca di naturalezza e spontaneità.
Il trattino al posto del punto alla fine dei periodi è un rimarcatore di desiderio di sicurezza. Rivela l’aspirazione a definire le cose con chiarezza e fermezza. Mette in luce il bisogno di normatività. Potrebbe corrispondere ad un Superego, ossessivo ed essere una forma di compensazione rispetto ad una psiche incerta e conflittuale
Gli spazi lasciati tra parola e parola sono interruzioni del movimento scrivente e rappresentano pause di riflessione prima di passare all’azione, indicano ponderazione e spirito autocritico.
I ricci, abbellimenti superflui non previsti dal modello calligrafico, evidenziano intemperanze e impulsi che segnalano passionalità.

Cosa dice invece la firma?

Mentre il testo denota ciò che siamo, la firma allude a ciò che vorremmo essere.

Firma situata al centro: coloro che posizionano al centro la firma sono persone in cui prevale la ragione sul sentimento, autocontrollo e sicurezza in se stessi.

Firma situata sulla destra: persona riflessiva e sicura di se, con grandi progetti per il futuro, in generale la parte destra nelle proiezioni grafiche rappresenta il futuro.

Firma situata sulla sinistra: persona inibita e prudente, timida e con la nostalgia del passato, in generale la parte sinistra rappresenta un forte attaccamento al passato.

Firma leggibile: indice di chiarezze, sa cosa vuole e quali sono le proprie ambizioni.

Unire nome e cognome corrisponde a un forte sentimento di appartenenza alla famiglia o al desiderio di realizzare tale sentimento. Può rivelare l’influenza , positiva o negativa, che le figure genitoriali,
in particolare quella paterna, esercitano su di noi.