L'importanza di sbagliare

Vota questo articolo
(0 Voti)
L’errore fa parte del nostro essere umani. Non possiamo pensare di trascorrere la nostra esistenza senza commettere un solo sbaglio, significherebbe non accettare i nostri limiti e la nostra umana imperfezione.



Sbagliare è la condizione base dell’apprendimento: l’errore è un componente naturale dell'uomo e necessario alla nostra crescita. Prima accetteremo di non essere invincibili , prima riusciremo a ritenere i nostri errori come normali, impossibili da non fare, ammissibili, sopportabili, perdonabili e prima riusciremo ad imparare da essi.

Basta guardare i cammini di persone (o di organizzazioni) di successo, scopriremo che prima ci sono stati molti errori.

Ogni errore  ti fa incrementare un po’ di più l’apprendimento.
Esso ti aiutano a scoprire veramente chi sei, perché se non avessi mai commesso errori, non avresti mai potuto scoprire i tuoi talenti o la loro mancanza.
Gli errori ti insegnano preziose lezioni di vita, scoprendo un modo per imparare cosa non funziona e per smettere di continuare su quella strada che non porta da nessuna parte o al posto sbagliato.
Ti insegnano a perdonare te stesso e gli altri, percependo, che la perfezione non esiste, anzi può essere negativa, poiché in definitiva non ti consente margini di miglioramento.
Essi ti liberano dalla paura di sperimentare la vita, capendo che, viverla in modo pieno, non è evitare gli errori, ma crescere imparando da essi.
Ti insegnano che senza errori non si ha crescita, poiché potresti rimanere fermo e inattivo solo perché hai paura di sbagliare;
Ti insegnano a essere umile, consentendoti di mantenere il tuo ego sotto controllo, alimentando il tuo desiderio di essere un po’ migliore e ricordandoti che la tua crescita, per essere tale, non deve finire mai.

Insomma sbagliate e imparate dai vostri errori, solo così potrete riuscire ad apprendere e a non arrendervi di fronte alle difficoltà