Giovedì, 07 Dicembre 2017 08:50

La storica sfida tra pandoro e panettone


Non è Natale senza i classici dolci natalizi, ma la sfida di sempre è tra pandoro e panettone.

Pubblicato in Spazio Relax
Martedì, 04 Luglio 2017 09:18

E...state in città

In estate devi restare in città? Ecco i luoghi in cui rilassarsi a due passi da casa.
Pubblicato in Spazio Relax
Oltre un milione e mezzo di articoli di merce pericolosa sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino, in un'operazione che ha portato all'individuazione di due responsabili che ora rischiano, oltre alle sanzioni amministrative, fino a quattro anni di carcere.
Pubblicato in Contraffazione
Sembrava un investimento sicuro, quello spacciato dal manager esperto di finanza che, tra le numerose amicizie stellari, millantava quelle con star dal calibro internazionale, e che era riuscito a convincere numerosi investitori, tra cui molti anziani, a comprare le quote per la costruzione di uno spettacolare Resort a 8 stelle in un atollo caraibico del Belize, un vero e proprio angolo di paradiso.
 
Venivano loro offerte varie tipologie di soluzioni abitative, con una falsa perizia di stima del valore del Resort, ed a conti fatti sembrava effettivamente l’affarone del secolo. E’ così, infatti, che sono caduti vittima dell’inganno molti anziani risparmiatori.
La Guardia di Finanza di Varese ha scoperto appunto che non solo era tutto falso ma addirittura quei soldi sottratti agli investitori servivano ad effettuare autoriciclaggio di soldi tra Svizzera, Londra, Bahamas e Lussemburgo, attraverso la gestione di società fittizie. E’ vero, i primi investitori avevano ricevuto qualche rendimento, ma era solo una sorta di catena di Sant’Antonio con cui ai primi sottoscrittori venivano date le quote degli ultimi e così via, finché il gioco non ha più retto.
 
"I nomi di vip illustri come Bocelli e Travolta venivano usati per gettare fumo negli occhi agli investitori, ma la verità è che quel Resort non sarebbe mai potuto essere costruito perché l’atollo del Belize non è affatto edificabile e ha un vincolo ambientale assoluto – sostiene Davide Zanon, Segretario Regionale di Codici Lombardia – siamo dinanzi all’ennesimo caso di truffa aggravata rivolta a persone anziane, raggirate e spogliate dei risparmi di una vita, pertanto l’Associazione Codici Lombardia si costituirà parte civile nel processo ed è a disposizione di tutte le vittime coinvolte nella vicenda", conclude Zanon.
 
Tutti gli utenti, consumatori e risparmiatori coinvolti nella vicenda possono contattare Codici Lombardia allo 02/36503438 oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e infine consultare il nostro sito su www.codicilombadia.org.
Pubblicato in Economia e Finanza
Raccogliamo e diffondiamo la segnalazione di un’utente di Facebook che scrive sul gruppo Cerco casa a Milano che si rivolge a tutti gli studenti, lavoratori e cittadini che sono in cerca di una casa, stanza o posto letto a Milano. Basta leggere la segnalazione per rendersi conto del pericolo corso:
 
ATTENZIONE IN PARTICOLARE PER LE DONNE: Se trovate annunci di affitto appartamenti a Milano Subito.itda un privato di nome Simi, NON contattate. Dopo tre giorni di mail in cui mi faceva domande apparentemente per valutarmi "degna" di affittare la sua casa, ho ricevuto la telefonata e quando ho specificato che a visionare l'appartamento che lui proponeva non sarei stata da sola, ho ricevuto insulti e minacce. In seguito ad una segnalazione al sito e alla polizia postale, è venuto fuori che la persona è un maniaco plurisegnalato che adesca ragazze su internet, in particolare minorenni. Abbiate sempre occhio quando cercate annunci e soprattutto non andate mai a vedere case da sole!
 
Purtroppo, nel mare delle infinite richieste e annunci online, il pericolo di incorrere in truffe o in casi molto più gravi, come quello segnalato dalla vittima in questione, è sempre dietro l’angolo, bisogna pertanto tenere sempre gli occhi aperti e premunirsi: innanzitutto visionare gli appartamenti sempre in compagnia e mai da soli. “Nel caso segnalato - sostiene Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia - possiamo dire che neanche il fatto di ritrovarsi in un gruppo chiuso, moderato e che garantisce una certa sicurezza tra gli utenti, basta a scongiurare il pericolo di incorrere in truffe o peggio perciò è bene ribadire i consigli sempre validi da seguire: consultare siti affidabili, diffidando di offerte troppo vantaggiose e non in linea con il mercato e utilizzare metodi di pagamento tracciabili e sicuri, oltre che per le donne non presentarsi mai agli appuntamenti da sole”.
 
Codici Lombardia raccomanda di prestare la massima attenzione ad ogni tipo di annuncio online e di segnalare alle Autorità competenti tutti i casi del genere.
Siamo a disposizione di tutti i cittadini, consumatori e utenti vittime di truffe o raggiri allo 02/36503438 oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Consultate il nostro sito: www.codicilombardia.org.
Pubblicato in Famiglia
E’ della scorsa settimana la notizia di un uomo, che di ritorno da un viaggio, all’atto del ritiro della sua auto da un parcheggio privato vicino all’Aeroporto di Malpensa, ha trovato la sua auto danneggiata e con 890 km in più sul contachilometri. Dalla sua immediata segnalazione sono partiti i controlli dei Carabinieri di Busto Arsizio (VA), che hanno portato all’arresto del dipendente del parcheggio, il quale approfittando dell’assenza prolungata dei proprietari delle auto, che ignari gliele affidavano in buona fede, utilizzava le vetture per trasportare altri viaggiatori.
 
Al giorno d’oggi è consuetudine per i numerosi viaggiatori usufruire dei numerosi parcheggi che popolano l’area circostante gli aeroporti. Tali parcheggi sono molto comodi per tutti quei viaggiatori che hanno la necessità di lasciare custodite le loro auto e avere la certezza di ritrovarle al proprio rientro. Eppure ricevere una sorpresa del genere non è assolutamente divertente per l’ignaro proprietario che si affida con fiducia a questi servizi.
 
"Come abbiamo spesso fatto notare non bisogna mai stupirsi della fantasia con cui i malfattori si applicano per trovare modi sempre innovativi per fregare il prossimo. Perciò una storia come quella appena raccontata deve servirci da esempio per ricordarci di non peccare di ingenuità, quindi prendere sempre precauzioni", afferma Davide Zanon, il Segretario Regionale di Codici Lombardia.
 
La precauzione più importante in questo caso potrebbe essere proprio quella di accertarsi del numero di km delle vostra auto al momento della consegna presso il parcheggio. Come? Semplicemente scattando una foto al vostro contachilometri in modo tale da avere una prova certa da confrontare al vostro rientro.
 
Pubblicato in Legalità

"Parcheggia più o meno dove vuoi" è questo lo slogan che una nota azienda di car-sharing milanese sta utilizzando in questi ultimi giorni per pubblicizzare il suo servizio di auto condivise.

Pubblicato in Trasporti

Diverse sono le segnalazioni ricevute in questi giorni, per lo più da anziani e parenti dei pazienti, alcuni dei quali in terapia intensiva, che lamentano la mancanza di navette per muoversi all’interno dell’Ospedale Niguarda.

Pubblicato in Sanità
Ci è stato segnalato che c’è un truffatore che si aggira in Via Giovanna D’Arco, a Sesto San Giovanni (Milano), che si spaccia per un falso tecnico del gas e chiede circa 90 euro per falsi controlli sui contatori.
Pubblicato in Legalità
L’episodio è avvenuto ieri notte in Via Linneo, vicino corso Sempione, dove a cedere è stato il soffitto della palestra dell’istituto, la cui ristrutturazione a causa delle infiltrazioni era appena terminata dopo nove mesi.

Fortunatamente il crollo si è verificato nella notte, ma il pensiero è andato subito ai ragazzi e agli insegnanti che proprio poche ore prima si erano inconsapevolmente allenati durante le ore di lezione di ginnastica, rischiando la vita.


Un altro episodio simile si è verificato appena una settimana fa in una scuola dell’infanzia di Magenta, in provincia di Milano, dove, a causa del crollo del controsoffitto dell’edificio, avvenuto nell’atrio della scuola al momento miracolosamente deserto, sono stati evacuati 200 bambini.


Insomma per ben due volte in pochi giorni, in due differenti scuole del milanese, si è sfiorata la tragedia!
Pubblicato in Famiglia
Pagina 1 di 3