Codici: massima attenzione, gravi conseguenze per la salute!
Codici lancia l’allarme: in una sana e corretta alimentazione non bisogna privarsi di nulla.
Mercoledì, 30 Settembre 2015 13:49

Alimenti imperfetti, adulterati o alterati?

Codici, Movimento per la Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori
Chiediamo una definizione delle procedure di segnalazione!
 
Frequentemente i cittadini si imbattono nell’acquisto di alimenti con difetti, come ad esempio ammuffimenti, presenza di modifiche delle caratteristiche organolettiche (sapore, odore, colore, ecc.). Può capitare che a seguito del loro consumo, si sviluppino delle tossinfezioni alimentari, dei fenomeni di intolleranza o allergie alimentari.
Diffuso anche il fenomeno della presenza di corpi estranei (sassolini, pezzi di vetro o di metallo, ecc.) che possono causare danni alla bocca o ai  denti. Non sono rari i casi di frodi alimentari o truffe ove il peso del prodotto non risponde  a quanto dichiarato.
Sovente capita la vendita di alimenti  scaduti o alterati perché ad esempio non è stata rispettata la catena del freddo.  Fare un elenco completo delle “imperfezioni” che si possono riscontrare non è possibile. Nessun sistema di regolamentazione può garantire ai consumatori il rischio zero o il 100% di sicurezza, anche se le norme di sicurezza dei paesi dell'UE sui prodotti alimentari sono fra le più elevate del mondo.
Quando si verificano situazioni del genere, i cittadini non sanno quali comportamenti tenere e quali procedure debbano seguire per segnalare gli incidenti. Non mancano i casi in cui i prodotti in oggetto non sono sottoposti ad analisi perché il consumatore ha erroneamente manipolato o consumato il prodotto, che non può più rappresentare un campione valido. Sarebbe utile poter informare i cittadini delle procedure da seguire per portare a termine una segnalazione efficace, indicando specificatamente le dinamiche da seguire.
Al fine di fornire un corretta informazione, MdC, Codici e UNC CHIEDONO alla “Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione” presso il  Ministero della Salute,  DI ATTIVARSI PER PREDISPORRE ,  un documento  (formato audio, video,cartaceo, ecc.),  da condividere al fine di definire le procedure che i cittadini debbono seguire per segnalare gli eventuali incidenti o per ricevere assistenza. Inoltre, fornire un riferimento istituzionale in merito sarebbe utile ai consumatori e alle Organizzazioni stesse, al fine di indirizzare comportamenti corretti da parte dei cittadini.
In attesa di un modello comportamentale definito sull’argomento suggeriamo al consumatore, quando si imbatte in un prodotto “sospetto” di : reclamare la sostituzione della confezione alterata ovvero la restituzione dell'importo pagato, invocando immediatamente l'intervento delle Forze dell'Ordine o della Asl preposta al controllo della commercializzazione degli alimenti, senza avere cura di restituire al negoziante la confezione e lo scontrino comprovante l'acquisto.
Nel caso di generi alimentari avariati, usciti dalla fabbrica in confezione sigillata, non sempre vi può essere responsabilità del rivenditore a meno che non si provi la sua colpa nella cattiva conservazione, o nella vendita oltre i termini di scadenza della merce. Esclusa la colpa del rivenditore, è legittimo fare risalire la causa dell'alterazione alla negligenza del fabbricante. Ma accertarlo è un compito del Giudice.

La delega per reintrodurre l’obbligo di indicare lo stabilimento che produce il prodotto in attesa della notifica di autorizzazione dell’UE

 

L’ennesima bufala riguardante i miracoli di prodotti dimagranti viaggia sul web.

Nome prodotto: CEROTTI DIMAGRANTI CATCH ME, PATCH ME!

Attenzione  a tutti i consumatori,  da evitare assolutamente questi  due siti :

http://latestfromtheworld.com/39/liberati-di-5kg-di-grasso-wdt-132-a/la pagina di cui sopra sembra un magazine on line ma rinvia in ogni sua parte alla pagina:



http://webmoneysaver.com/39/catch-me-patch-me-wdt-132-a/

La pagina pubblicizza dei cerotti dimagranti in modo tale da falsare il comportamento economico del consumatore medio, inducendolo in errore e spingendolo all'acquisto.

Si evidenzia come la pagina descriva un prodotto assolutamente funzionante, senza descriverlo compiutamente, senza indicare una lista ingredienti. Si induce il consumatore ad inserire i suoi dati o a chiamare un'utenza +39 0230578188 a cui risponde un operatore che dopo brevi informazioni spiega che il prodotto in offerta sul sito è per un periodo breve e, quindi, spinge all'acquisto di una confezione più grande.

codici-dacci-il-5