Martedì, 16 Febbraio 2016 10:49

Anziani morti nelle Marche per aver mangiato coppa contaminata dalla Listeria

Vota questo articolo
(0 Voti)

Si sospetta che almeno due anziani siano morti nelle Marche per aver mangiato coppa contaminata dalla Listeria.
Una partita di coppa risulta infatti contaminata da un batterio: è scattata la sospensione alla produzione e alla vendita in un salumificio di Monsano per il rischio contagio degli altri alimenti.

 

All’origine del provvedimento, l’allarme listeriosi umana che, da maggio 2015, è stata registrata in 13 persone.
Due delle quali sono decedute.

Il prodotto denominato “Coppa di Testa” lotto n. 51209 con scadenza 09/01/2016, della ditta Salumificio Monsano srl sito in via Toscana n.27, Monsano (AN) (CE IT 1523 L) è risultato contaminato.
Le Autorità competenti della Regione Marche, dopo un sopralluogo effettuato presso la ditta Salumificio Monsano srl, hanno sospeso l’attività produttiva dello stabilimento e la vendita di tutte le tipologie di alimenti, in quanto Listeria monocytogenes è un germe che contamina l’ambiente e, pertanto, anche gli altri prodotti dello stesso stabilimento potrebbero essere a rischio.

A scopo precauzionale, si avvisano i consumatori di non consumare tutte le tipologie di prodotti della ditta Salumificio Monsano srl di Monsano (AN) (CE IT 1523 L), via Toscana n. 27 eventualmente in loro possesso.

Questi i lotti contaminati:
Lotto n60111 con scadenza 11/02/2016
Lotto n60112 con scadenza 12/02/2016
Lotto n60118 con scadenza 18/02/2016
Lotto n60126 con scadenza 26/02/2016

La Listeria Monocytogens è un pericoloso batterio che vive e prolifera in una fascia di temperature molto ampia: tra i 3 e i 45°C.
Questa caratteristica lo rende un potenziale contaminante di alimenti, anche se conservati in frigorifero.
Il microorganismo provoca la listeriosi, che provoca la setticemia o la meningite purulenta o infezioni intrauterine o fetali nelle donne in gravidanza con gravi ripercussioni sul nascituro.
Per gli adulti invece i sintomi sono quelli di un’influenza, ma può provocare setticemia, meningite purulenta e l’aborto nelle donne in gravidanza.

La pagina Facebook del Salumificio di Monsano ha anche pubblicato il seguente post il 6 febbraio 2016:

salumificio-monsano-avvertimento Il SALUMIFICIO DI MONSANO AVVISA I consumatori a non consumare il prodotto “coppa di testa”
Lotto n.60111 scadenza 11/02/2016
Lotto n.60112 scadenza 12/02/2016
Lotto n.60118 scadenza 18/02/2016
Lotto n.60126 scadenza 26/02/2016

In quanto può presentare una contaminazione microbiologica da Listeria monocytogenes.
A titolo precauzionale l’azienda ha provveduto a ritirare immediatamente il prodotto dalla vendita.
Invitiamo a riportare il prodotto al punto vendita per il cambio o il rimborso.

“la listeriosi è particolarmente pericolosa per le persone immunodepresse (malati di cancro, diabete, aids, le persone anziane, i neonati e le donne in gravidanza)” Monsano, 5 febbraio 2016

Un altro comunicato ufficiale è quello diffuso dal Ministero della Salute con il seguente comunicato:

In relazione a casi di Listeriosi umana avvenuti nelle Regioni Marche e Umbria, causati dallo stesso ceppo di Listeria monocytogenes riscontrata su un successivo campione di alimento sospetto, si avvisano i consumatori che il prodotto denominato “Coppa di Testa” lotto n. 51209 con scadenza 09/01/2016, della ditta Salumificio Monsano srl sito in via Toscana n.27, Monsano (AN) (CE IT 1523 L) è risultato contaminato.

Le Autorità competenti della Regione Marche, dopo un sopralluogo effettuato presso la ditta Salumificio Monsano srl, hanno sospeso l’attività produttiva dello stabilimento e la vendita di tutte le tipologie di alimenti, in quanto Listeria monocytogenes è un germe che contamina l’ambiente e, pertanto, anche gli altri prodotti dello stesso stabilimento potrebbero essere a rischio.

A scopo precauzionale, si avvisano i consumatori di non consumare tutte le tipologie di prodotti della ditta Salumificio Monsano srl di Monsano (AN) (CE IT 1523 L), via Toscana n. 27 eventualmente in loro possesso.

Si ricorda ai consumatori che la listeriosi fa parte del gruppo di malattie definibili come tossinfezioni alimentari e prende il nome dall’agente patogeno che la causa, il batterio Listeria monocytogenes. La listeriosi è particolarmente pericolosa per le persone immunodepresse, malati di cancro, diabete, Aids, persone anziane, neonati e donne in gravidanza.

codici-dacci-il-5