Sabato, 12 Novembre 2016 14:54

Progetto InformaTuristi: tappa conclusiva presso il Parco Natura “La Selvotta” per discutere del presente e futuro delle strutture ecosostenibili nel Lazio

Vota questo articolo
(0 Voti)

Le associazioni LEGA CONSUMATORI Lazio, CODICI Lazio E ASSOUTENTI Lazio hanno presentato oggi 12 novembre, presso il Parco Natura La Selvotta a Formello, i risultati del progetto Informaturisti

Nella Regione Lazio, fino a questo momento non esisteva un’offerta categorizzata di turismo sostenibile, e pertanto era facile per l’ignaro turista cadere in errori o peggio truffe, incappando in offerte sulla rete che non offrono reali scelte di sostenibilità, ed a prezzi elevati.

Nella web app sono già caricate oltre 300 strutture e iscritti molteplici green tourist. Nel solo mese di ottobre l’app ha avuto 18.341 click e 6 milioni 669 mila 528 impressions dei banners.
Sono intervenuti all’evento: Pino Bendandi(Lega Consumatori) che ha spiegato il progetto, realizzato dalle tre associazioni che si occupano di tutela dei consumatori e finanziato dalla Regione Lazio e dal Ministero dello Sviluppo Economico, mentre Nicola Ruberto(Format Roma) ha fatto il quadro sulla situazione legislativa regionale/nazionale e sulla scelta dell’autocertificazione per le strutture ricettive. Alessandro Giansante ha spiegato i dettagli tecnici sulla creazione della web-app e i dati sui flussi internet, Antonio Balbis(Assoutenti) ha parlato degli incontri sul territorio. Infine Alessandra Coppola(Codici) ha illustrato gli obiettivi prefissati e quelli raggiunti, parlando inoltre delle buone prospettive per il futuro e dell’impegno da parte delle Istituzioni.

Dai risultati è emerso che, la maggior percentuale delle strutture ecosostenibili si trovano nella Provincia di Roma, seguono quelle di Viterbo, Frosinone e Latina. Tra le macroaree tenute in considerazione per poter avere una mappatura dei requisiti di eco sostenibilità delle strutture censite, vi sono: il risparmio energetico ben al 52%, lo smaltimento dei rifiuti che si attesta sulla stessa percentuale, quello idrico al 42%, i materiali di costruzione e riciclo al 30%.

Questi risultati ci fanno ben sperare per il futuro, proprio perché cercano di orientare il consumatore/turista su un tema, quello della eco sostenibilità che è di grande attualità, ma per il quale non c’erano fino ad ora dei criteri di riferimento.

La grande festa conclusiva per Informaturisti ha sancito l’inizio di un cammino virtuoso per le numerose aziende del settore ricettivo che hanno voluto impegnarsi attraverso l'autocertificazione per la tutela dell'ambiente e per il rispetto del territorio.


E’ un progetto finanziato dalla Regione Lazio Regione Lazio Programma Generale delle iniziative a vantaggio dei consumatori denominato “Regione Lazio per il Cittadino Consumatore IV”, di cui al Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 21 Marzo 2013 (art. 148 della legge 23 dicembre 2000, n. 388).

 

codici-dacci-il-5