CODICI – Centro per i diritti del cittadino ha partecipato in qualità di parte civile al processo nei confronti dei 4 giovani calabresi che lo scorso mese di giugno, nella cittadina di Sangineto, nella provincia di Cosenza, seviziarono ed assassinarono il cane randagio Angelo; processo che si è concluso oggi con una condanna a 16 mesi di reclusione, pena sospesa e condizionata allo svolgimento di 6 mesi di volontariato presso un canile.

Il 15 febbraio scorso L’Associazione Codici è intervenuta presso la Commissione Igiene e Sanità del Senato per discutere in merito all’esame delle due proposte di legge n. 499/2013 e 500/2013 sui farmaci veterinari, ritenendo su basi oggettive che vi sia una palese discrepanza tra il costo di questi ultimi e quelli umani.

Nei giorni scorsi, l'associazione Codici ha denunciato la gestione assolutamente illegittima dei canili di Roma e il palese spreco di denaro con somme che ammontano a 12,3 milioni di euro soltanto nel trienno 2013-2015.

La situazione dei canili comunali della Capitale ha destato la nostra attenzione già anni fa, quando Codici si è resa conto che milioni di euro venivano erogati per dei canili comunali che in realtà avrebbero dovuto essere chiusi. Questo emerse dal nostro ricorso presentato al Tar. Eppure da ben quattro anni attendiamo che quest’ultimo fissi l’udienza.

Codici: solidarietà per gli operatori
codici-dacci-il-5