Domenica, 01 Gennaio 2017 14:36

Esonero canone Rai 2017

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Esonero canone Rai va fatto mediante autocertificazione e va inviata entro la fine di gennaio


Poche parole, ma chiare, da parte dell’Agenzia delle Entrate in merito all’autocertificazione di mancata detenzione dell’apparecchio televisivo:
“I cittadini che non sono in possesso di un apparecchio televisivo hanno tempo fino al 31 gennaio 2017 per comunicarlo all’Agenzia delle Entrate, presentando il modello di dichiarazione sostitutiva disponibile online per il caso di non detenzione dell’apparecchio. Tuttavia, visto che la prima rata per il canone tv dell’anno 2017 scatta già a partire dal prossimo gennaio, per evitare il primo addebito e di dover richiedere il rimborso, è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre (o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta).”

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili per il download tutti i moduli (corredati di istruzioni) per chiedere la disdetta dal pagamento del canone al seguente link: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Modelli+e+istruzioni+canone+TV/

Canone Rai 2017: come fare l’autocertificazione

È possibile reperire il modello di autocertificazione, o dichiarazione sostitutiva, direttamente sul sito dell’Agenzia dell’Entrate o su quello della Rai. E vi sono tre modalità di invio:

– attraverso un’applicazione specifica disponibile online per coloro che possiedono le credenziali Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate;
– a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, con allegata una copia di un documento di identità valido, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino (in questo caso per evitare il primo addebito occorre inviare il plico entro il 20 dicembre 2016);
– con posta elettronica certificata all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , la dichiarazione sostitutiva deve essere firmata digitalmente.

Attenzione! Una volta assolto questo adempimento occorre ricordare che la copertura dura un solo anno e che bisognerà rinnovare annualmente l’autocertificazione, pena l’addebito del canone anche in caso di mancato possesso dell’apparecchio televisivo.

Disdetta canone Rai e autocertificazione

Al verificarsi di determinate situazioni, il contribuente può richiedere regolare disdetta del canone RAI all’Agenzia delle Entrate. La richiesta va effettuata tramite la compilazione di un modulo con cui si autocertifica di non possedere una TV. Il modello può essere presentato da:

– chi non possiede alcun apparecchio televisivo;
chi possiede almeno un apparecchio televisivo ed è intestatario di un’utenza elettrica, ma intende dichiarare che il canone RAI viene già addebitato sull’utenza intestata ad altro componente della famiglia anagrafica;
chi ha un’utenza elettrica transitoriamente intestata ad un parente deceduto.
codici-dacci-il-5