Giovedì, 02 Novembre 2017 10:50

I falsari del vino, come riconoscere i vini originali

Vota questo articolo
(0 Voti)

Anche il vino subisce la contraffazione, i truffatori spesso aggiungono acqua, prodotti chimici e dolcificanti per l'alcol oltre naturalmente una quantità eccessiva di solfiti.


Il vino falso si può trovare ovunque, ma già dall’etichetta si può capire se il vino che stai comprando è contraffatto: basta guardare la carta utilizzata, l’ortografia e i colori.

Principalmente per creare vini falsi e spacciarli per veri si utilizzano due metodi:

1.Ri-etichettatura: quando viene messa l'etichetta di un vino pregiato ad un altro con la bottiglia simile ma di valore inferiore. Per ingannare gli esperti viene presa una bottiglia della stessa vigna, ma di un'annata che ha meno valore.
Per evitare questa frode bisogna guardare il tappo di sughero e controllare il nome e l'annata del vino, nel caso di una frode sarà differente da quello nell'etichetta.

2.Riciclaggio: in questo caso le bottiglie sono originali e anche le etichette, vengono riempite bottiglie del vino molto pregiato, con del vino di qualità inferiore. Vengono ritappate le bottiglie con tappi originali.

Non c'è dubbio che si può ben capire dal gusto se un vino è vero o falso, ma ci sono delle contraffazioni più difficili da capire, per questo è sempre bene stare attenti quando si comprano vini di alta qualità. 

codici-dacci-il-5