Venerdì, 01 Dicembre 2017 10:53

Contraffazione e denaro

Vota questo articolo
(0 Voti)

La contraffazione di denaro è una delle pratiche più diffuse al mondo, i falsari si dotano di macchinari sempre più all'avanguardia tanto da rendere difficile il loro riconoscimento.

Capita spesso, nonstante i controlli di poter avere dei soldi falsi nel portafoglio senza neanche saperlo, quindi come fare a riconoscere il denaro falso, ed evitare quindi di non farsi truffare?
Le banche hanno iserito sempre più elementi di protezione per ridurre il problema come:
- gli oleogrammi;
-i caratteri in microscrittura;
-le filigrane interne alla carta;
-le vernici a colore cangiante.
In una banconota contraffatta queste componenti se riprodotte non sono mai perfettamente fedeli alla realtà. Inoltre queste banconote hanno una consistenza anomala nella carta e/o nei colori troppo sbiaditi.

Per capire se una banconota è falsa basta seguire queste procedure:

Toccare la banconota per analizzare se sono presenti effetti di rilievo

Ogni banconota possiede una serie di elementi percepibili soltanto in presenza di una fonte luminosa, che li evidenzia mettendoli in risalto. Questi stessi elementi sono fondamentali e difficilissimi da riprodurre in controluce.

Controllare che ci siano delle iscrizioni microcaratteriali meglio percepibili con una lente d’ingrandimento, che permette di appurarne l’effettiva nitidezza. In caso queste iscrizioni dovessero presentarsi sfocate, si tratterebbe certamente di un’imitazione.

Per quanto riguarda le monete, anche queste vengono contraffatte.
Le monete metalliche devono avere dei requisiti essenziali, che sono:

-il magnetismo
-la bordatura
-il rilievo
-la conduttività
-il peso


Precisamente, le monete da 1 e 2 euro sono magnetiche solo nella parte centrale, mentre c’è assoluta assenza di magnetismo nel bordo. Trattandosi di una caratteristica difficilmente riproducibile, le monete false sono o completamente magnetiche o per nulla magnetiche in nessuna delle loro parti. Basterebbe una semplice calamita per verificare se si tratta di un falso.

Anche la bordatura è una caratteristica facilmente riconoscibile, in quanto ogni moneta ha la sua bordatura caratteristica; anche questo requisito è piuttosto difficile.

Il rilievo del disegno spesso appare più consumato rispetto ad una moneta vera. La cosa più difficile è riconoscere una moneta da 50 centesimi falsa, in quanto la differenza tra una moneta falsa e quella vera è la conduttività che è un aspetto difficilmente riconoscibile dal normale utente e richiede uno strumento apposito.

Ogni moneta ha un suo peso specifico, ma bisogna avere delle bilance di precisione per verificarlo. Le monete false sono più leggere o pesanti di quelle vere.
codici-dacci-il-5