Giovedì, 23 Marzo 2017 10:17

Rete Consumatori Lazio chiede che si chiarisca la posizione dei funzionari infedeli sui piani di zona

Vota questo articolo
(1 Vota)
Rete Consumatori Lazio chiede che si faccia luce e si chiarisca la posizione dei funzionari infedeli, in merito alla vicenda che ha portato alla ribalta la truffa dei piani di zona di Monte Stallonara, che vede coinvolti i responsabili delle cooperative edilizie e l’ufficio tecnico del Comune (Ufficio programmazione e attuazione urbanistica), per truffa aggravata e abuso d’ufficio.

Sostanzialmente gli uffici che avrebbero dovuto vigilare sulla corretta applicazione della convenzione dei piani di zona.

Rete Consumatori Lazio si costituirà parte civile nel procedimento per truffa dei piani di zona di Monte Stallonara, come annunciato nei giorni scorsi.


In una guerra tra cittadini acquirenti o secondi venditori, tutti truffati da cooperative che hanno gonfiato i prezzi di vendita fino al 30% le Associazioni della Rete hanno predisposto l’istituzione di sportelli con esperti che da tempo stanno studiando l’incresciosa vicenda.

La Rete infatti, oltre a seguire i procedimenti penali, per agevolare i cittadini, ha reso attive due convenzioni con organismi di mediazione accreditati e posti sotto vigilanza del Ministero della Giustizia, al fine di evitare il ricorso a dispendiose azioni giudiziarie.

I cittadini che hanno riscontrato problematiche in tal senso possono rivolgersi agli sportelli delle Associazioni della Rete dislocati sul territorio laziale.




Dott.ssa Carla Pillitu,

Ufficio Stampa CODICI
Cell. 340.0584752


Email: ufficio_stampa@codici.org 

Tel. 06.55301808 Fax. 06.55307081

codici-dacci-il-5