Martedì, 23 Maggio 2017 14:23

Via Tertenia (zona Monte Stallonara): ancora allagamenti e condòmini prigionieri in casa propria

Vota questo articolo
(0 Voti)
E' quanto avvenuto nel complesso di Monte Stallonara, dove un semplice acquazzone si trasforma sempre in un allagamento con danni per decine di migliaia di euro e rischio incolumità per i residenti.

In seguito ai rovesci temporaleschi che hanno colpito la Capitale nei giorni scorsi, la situazione dei condomìni della zona è estremamente critica.

Dalle testimonianze giunte alla nostra Associazione emerge un quadro disastroso: cantine e garage allagati, ascensori in tilt e persone letteralmente bloccate nelle proprie case. Un signore, costretto su una sedia a rotelle, è rimasto isolato nel suo appartamento all'ultimo piano dello stabile, poiché gli ascensori, a causa dell'allagamento, erano impraticabili.

   via tertenia 2  via tertenia  via tertenia 4

Le situazioni di disagio vissute sono inaccettabili: alla lunga, le continue infiltrazioni, impattando sul cemento armato, potrebbero rappresentare un enorme rischio per i condomini.
Vizi di costruzione fra cui infiltrazioni, ponti, coibentazioni e soprattutto la mancata realizzazione dell'impianto di raccolta delle acque reflue. Da quanto è emerso, ben tre palazzi sono stati costruiti sul fosso naturale di raccolta di quest'ultime, segnando già il destino di queste edificazioni.
Il comune ha istituito la Commissione straordinaria per i Piani di Zona ma ad oggi non ci risulta ci sia stato alcun controllo in merito.

L'Associazione Codici chiede, finora, di essere sentita dalla Commissione straordinaria di Roma Capitale relativa ai Piani di Zona e, nel frattempo, sta avviando le azioni giudiziali per accertare le cause degli allagamenti e le relative soluzioni.

Ricordiamo inoltre che Codici, insieme a Rete Consumatori Lazio, ha lanciato la campagna sui Piani di Zona, al fine di risolvere le problematiche relative all'edilizia convenzionata residenziale sugli immobili venduti in base ad un prezzo che sarebbe dovuto essere calmierato. Le case parrebbe invece, siano state vendute a dei prezzi stabiliti a tavolino. Se anche tu sei stato vittima di queste pratiche scorrette, rivolgiti ai nostri sportelli.

codici-dacci-il-5