Da questa mattina è stata ufficialmente avviata la consultazione pubblica sul progetto di UNI/PdR “Strutture ricettive - Linee guida per la definizione dei servizi aggiuntivi”.

Il documento nasce dalla collaborazione tra CODICI Lombardia, capofila del progetto STAR PLUS supportato da Regione Lombardia, e le altre associazioni lombarde partner: CODACONS Lombardia, CASACONSUM Lombardia, ASSOUTENTI Lombardia e CASA DEL CONSUMATORE Lombardia. In esso sono fornite una serie di indicazioni sui servizi aggiuntivi, ritenuti particolarmente importanti da parte dei consumatori/utenti, che le strutture ricettive possono offrire ai propri clienti come valore aggiunto, a completamento dell’offerta proposta della struttura stessa e individua a titolo esemplificativo due modalità per la classificazione dei servizi aggiuntivi, che possono essere utilizzate come modelli di valorizzazione delle eccellenze e peculiarità proposte dalle strutture ricettive.

Grazie all'esperienza derivante dal precedente progetto HOTELEXPO abbiamo già avuto occasione di effettuare una valutazione puntuale su 200 strutture ricettive della città di Milano, al fine di verificare gli standard e l'eventuale presenza di servizi aggiuntivi; i risultati di tale ricerca hanno permesso di creare un database completo di informazioni caratterizzanti le strutture ricettive di varie classi. Sfruttando l’esperienza e le informazioni raccolte tramite tale progetto, il nuovo progetto STAR PLUS ha approfondito la rilevazione, a livello prima nazionale e poi internazionale, dei servizi aggiuntivi che completano o integrano l'offerta prevista per legge e riconducibile all’assegnazione delle “stelle” delle strutture ricettive.

La prassi di riferimento, che costituisce una tipologia di documento para-normativo nazionale, è stata realizzata prestando particolare attenzione al fatto che questa possa rappresentare uno strumento utile alla Giunta Regionale Lombarda - e a tutti coloro che la riterranno di interesse - all’interno del provvedimento di Giunta di cui al comma 2 dell’art 20. L.R. 27/2015. e va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.

Il progetto è ora sottoposto alla fase di consultazione pubblica con scadenza 9 dicembre 2016, al fine di raccogliere osservazioni da parte del mercato.

CODICI Lombardia invita, pertanto, tutti coloro i quali sono interessati a consultare il sito www.uni.com e ad esprimere il loro parere.

Numerose segnalazioni di padri separati che non riescono a vedere i propri figli, spesso da anni, perdendosi così gli anni fondamentali della formazione, continuano a pervenire alla nostra Associazione. Padri impoveriti economicamente e moralmente che lottano per il proprio diritto alla bi genitorialità.


Sentenza definita storica dagli esperti di diritto di famiglia, la n. 18799/2016 che rimarca il diritto alla bi genitorialità tutelato anche dall’Unione Europea.


Codici con la campagna Voglio Papà, da tempo, si batte contro le ingiustizie insite nelle leggi italiane che costringono i padri a subire continui abusi e soprusi da parte di ex mogli o ex compagne che, pur di ottenere l'affidamento esclusivo dei figli, presentano accuse spesso infondate di violenza nei confronti dell'ex marito.

L’episodio è avvenuto ieri notte in Via Linneo, vicino corso Sempione, dove a cedere è stato il soffitto della palestra dell’istituto, la cui ristrutturazione a causa delle infiltrazioni era appena terminata dopo nove mesi.

Fortunatamente il crollo si è verificato nella notte, ma il pensiero è andato subito ai ragazzi e agli insegnanti che proprio poche ore prima si erano inconsapevolmente allenati durante le ore di lezione di ginnastica, rischiando la vita.


Un altro episodio simile si è verificato appena una settimana fa in una scuola dell’infanzia di Magenta, in provincia di Milano, dove, a causa del crollo del controsoffitto dell’edificio, avvenuto nell’atrio della scuola al momento miracolosamente deserto, sono stati evacuati 200 bambini.


Insomma per ben due volte in pochi giorni, in due differenti scuole del milanese, si è sfiorata la tragedia!

I Giudici fanno provvedimenti stereotipati a favore dell’ex sesso debole. Troppe ingiustizie nei Tribunali Italiani e troppi provvedimenti dilatori o attendisti. CODICI lancia la campagna "la via Europea alla Giustizia dei padri".

codici-dacci-il-5