La segreteria Provinciale Codici di Frosinone ha inviato all'Ufficio Scolastico Regionale richiesta di apertura di un'indagine ufficiale sulla pratica messa in atto da molti istituti superiori della Provincia di Frosinone, di richiedere per l'iscrizione degli alunni, oltre alla tassa ministeriale, un ulteriore contributo mascherato come volontario ma che volontario sembra proprio non essere.

“Voglio Papà”: continua la campagna di Codici. In seguito ad una separazione è sempre complicato ristabilire un nuovo equilibrio, soprattutto se a doverne subire le conseguenze sono anche i figli.

Oggi 8 febbraio, la prima giornata nazionale contro bullismo e cyber bullismo promossa dal Ministero dell’Istruzione dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”, l’evento collegato al #SID2017(Safer Internet Day) si terrà a Roma, presso gli spazi espositivi dell’ex Caserma Guido Reni (in Via Guido Reni), dove sarà allestita una vera e propria cittadella messa a disposizione di studentesse e studenti per dialogare con istituzioni ed esperti

Assurdo e sconvolgente il caso di un padre ingiustamente incriminato dell’accusa più infamante per un genitore, dopo che nel 2001, aveva chiesto la separazione e la moglie lo aveva denunciato. Non ha visto la figlia per 13 anni, e solamente dopo 16 anni di attesa è stato assolto con formula piena dall’accusa di aver violentato la figlia minorenne nel 2001

Purtroppo ci troviamo a dover smentire il comunicato presente sulla prima pagina di Roma Capitale in merito all’Operazione “Scuole calde”, ed all’iniziativa di tenere accesi i riscaldamenti 24 ore prima del rientro a scuola, in modo che le classi potessero essere perlomeno temperate

Raccogliamo e diffondiamo la segnalazione di un’utente di Facebook che scrive sul gruppo Cerco casa a Milano che si rivolge a tutti gli studenti, lavoratori e cittadini che sono in cerca di una casa, stanza o posto letto a Milano. Basta leggere la segnalazione per rendersi conto del pericolo corso:
 
ATTENZIONE IN PARTICOLARE PER LE DONNE: Se trovate annunci di affitto appartamenti a Milano Subito.itda un privato di nome Simi, NON contattate. Dopo tre giorni di mail in cui mi faceva domande apparentemente per valutarmi "degna" di affittare la sua casa, ho ricevuto la telefonata e quando ho specificato che a visionare l'appartamento che lui proponeva non sarei stata da sola, ho ricevuto insulti e minacce. In seguito ad una segnalazione al sito e alla polizia postale, è venuto fuori che la persona è un maniaco plurisegnalato che adesca ragazze su internet, in particolare minorenni. Abbiate sempre occhio quando cercate annunci e soprattutto non andate mai a vedere case da sole!
 
Purtroppo, nel mare delle infinite richieste e annunci online, il pericolo di incorrere in truffe o in casi molto più gravi, come quello segnalato dalla vittima in questione, è sempre dietro l’angolo, bisogna pertanto tenere sempre gli occhi aperti e premunirsi: innanzitutto visionare gli appartamenti sempre in compagnia e mai da soli. “Nel caso segnalato - sostiene Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia - possiamo dire che neanche il fatto di ritrovarsi in un gruppo chiuso, moderato e che garantisce una certa sicurezza tra gli utenti, basta a scongiurare il pericolo di incorrere in truffe o peggio perciò è bene ribadire i consigli sempre validi da seguire: consultare siti affidabili, diffidando di offerte troppo vantaggiose e non in linea con il mercato e utilizzare metodi di pagamento tracciabili e sicuri, oltre che per le donne non presentarsi mai agli appuntamenti da sole”.
 
Codici Lombardia raccomanda di prestare la massima attenzione ad ogni tipo di annuncio online e di segnalare alle Autorità competenti tutti i casi del genere.
Siamo a disposizione di tutti i cittadini, consumatori e utenti vittime di truffe o raggiri allo 02/36503438 oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Consultate il nostro sito: www.codicilombardia.org.
codici-dacci-il-5