Sabato, 12 Agosto 2017 10:05

Bimbo piccolo? Nuovo congedo parentale

Vota questo articolo
(0 Voti)
ll nuovo congedo parentale a ore è stato introdotto dal Jobs Act, la legge di riforma del lavoro, ed è entrato in vigore il 25 giugno 2015.

La novità riguarda i genitori di bambini fino ai 12 anni che oggi possono scegliere di assentarsi dal lavoro anche soltanto per alcune ore, ad esempio per una visita medica del bambino, una recita scolastica o un qualsiasi altro evento programmato da tempo che non richiede l’impegno di tutta la giornata.
Si tratta di un bel risparmio per le famiglie in termini di tempo e soldi. Grazie a questo provvedimento infatti, il congedo parentale potrà essere spalmato meglio nel tempo senza perdere ore preziose e non peserà sullo stipendio alla fine del mese come accade invece se si manca dal lavoro per delle giornate intere.
La circolare 40 dell’INPS fornisce chiarimenti relativi a questa importante novità.
Nel documento l’INPS sottolinea che la fruizione su base oraria è possibile al massimo per mezza giornata altrimenti occorre chiedere la giornata intera, altre soluzioni orarie, infatti, dovranno essere stabilite, categoria per categoria, a seconda del contratto collettivo firmato tra aziende e sindacati.
Questo strumento non è cumulabile ad altri permessi inclusi quelli per l’allattamento.
In base all’età dei figli, il congedo parentale può essere retribuito o meno:
– fino a 6 anni spetta il 30% della retribuzione media giornaliera;
– da 6 a 8 anni spetta il 30% solo nel caso in cui si dimostri un forte disagio economico del lavoratore, altrimenti il congedo si considera non retribuito;
– da 8 a 12 anni non è prevista alcuna retribuzione.

Per presentare domanda basta entrare nel sito www.inps.it (nella sezione Domande di maternità online).

In caso di dubbi è possibile farsi aiutare da un patronato oppure chiamare il Contact Center dell’INPS al numero gratuito 803164 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20 e il sabato dalle ore 8 alle ore 14.
codici-dacci-il-5