Giovedì, 09 Novembre 2017 19:36

Protocollo d'intesa Codici e Help Family Insieme per il diritto alla bigenitorialità

Vota questo articolo
(1 Vota)

L'Associazione Codici e l'Associazione Help Family hanno sottoscritto un protocollo d'intesa con il quale si impegnano a porre in atto azioni congiunte di informazione, tutela e supporto alla bigenitorialità.

Il fine di questo protocollo è quello di supportare i padri nel combattere le distorsioni del nostro sistema giudiziario, la dubbia competenza degli assistenti sociali e le consulenze, sempre le stesse, che mai hanno come obiettivo la tutela della bigenitorialità, ma gravano sempre e soltanto su una delle due parti, nella quasi totalità dei casi sul padre.
Analizzando i dati sui collocamenti dei minori in seguito alle separazioni emerge un totale sbilanciamento nei confronti delle donne, a danno dei padri.

Secondo i dati dell'Istat, in riferimento al periodo 2013-2014, i genitori single che vivono con i figli, in Italia, sono 2.439.252, di questi meno del 2% sono padri. Nonostante nella maggior parte dei casi il giudice decida per l'affidamento condiviso, di fatto, i figli restano quasi sempre a vivere con la madre ed è il padre, nel 94,1% dei casi a versare l'assegno di mantenimento. Si crea in questo modo in maniera immotivata e del tutto spregiudicata da una parte un totale impoverimento, dall'altra un indebito arricchimento.
Pertanto si è reso necessario aggregarsi per combattere tali sbilanciamenti ed ingiustizie e affermare con forza il diritto alla bigenitorialità.
Il principio di bigenitorialità è il principio etico in base al quale un bambino ha una legittima aspirazione ed un legittimo diritto a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori, anche nel caso in cui siano separati o divorziati.
Questo diritto è consolidato da tempo negli altri ordinamenti europei ed è presente anche nella "Convenzione sui diritti dei fanciulli" sottoscritta a New York il 20.11.1989 e resa esecutiva in Italia con L.176 del 1991.

In Italia, la legge 54/2006 riconosce il principio della bi-genitorialità attraverso l'affido condiviso, per i figli di coppie separate anche non sposate, ma ancora oggi la bigenitorialità è una mera affermazione di principio quasi del tutto inapplicata senza sufficienti tutele per il rispetto del suo stesso principio fondamentale, ovvero il legittimo diritto dei figli a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori.

Sosteniamo da tempo il diritto alla bi genitorialità e conosciamo purtroppo parecchi casi di sindrome di alienazione parentale, ovvero la condizione in cui il figlio dà vita ad una campagna di denigrazione non giustificata nei confronti dell’altro genitore.
L'utilizzo strumentale delle procedure di separazione, la lentezza dei procedimenti, l'eccessiva prudenza dei giudici e la mancanza di sanzioni verso comportamenti scorretti e infamanti di un genitore verso l'altro, vengono spesso utilizzati come strumenti per esercitare indebite pressioni verso il genitore più debole.
Per contrastare le distorsioni del nostro sistema giudiziario e supportare i padri, Codici e Help Family mettono a disposizione le proprie risorse e il proprio impegno affinché, in particolare in situazioni di genitorialità conflittuale, il diritto alla bigenitorialità sia garantito sempre.


codici-dacci-il-5