Per questo motivo chiede al Consiglio Superiore della Magistratura di intervenire nel caos romano delle consulenze ed invita i padri che hanno subito questa violazione a contattare l’Associazione.
Pubblicato in Famiglia
codici-dacci-il-5