Martedì, 30 Maggio 2017 13:58

Mercoledì 31 maggio a Vetralla (VT), si terrà l’evento di presentazione del Progetto “Vivi la strada” sulla sicurezza stradale e la riqualificazione degli spazi urbani

Vota questo articolo
(2 Voti)
Mercoledì 31 maggio, a Vetralla (VT) a partire dalle ore 11, si svolgerà l’evento di presentazione del progetto “Vivi la strada”, finanziato grazie ai fondi della Regione Lazio, con la collaborazione del Comune di Vetralla, dell’Associazione Codici e di Lega Consumatori Lazio.

L’evento si terrà presso l’Istituto Superiore “Pietro Canonica”, dove verranno premiati gli studenti che hanno svolto, con il supporto di professionisti del settore, dei gruppi di lavoro con lo scopo di far produrre ai ragazzi delle proposte volte a migliorare l’ambiente urbano in cui vivono.

I lavori premiati verranno pubblicati sul social di progetto e la stessa scuola verrà premiata con un videoproiettore.
Obiettivo del progetto, mirato ai ragazzi delle scuole medie e superiori, è quello di riqualificare gli spazi urbani e rivitalizzarli anche con la socializzazione dei ragazzi in quelle aree.
“Con grande soddisfazione abbiamo visto i ragazzi interessarsi a questa tematica della sicurezza stradale, afferma il Segretario dell’Associazione Codici Ivano Giacomelli, nonostante la tendenza degli adolescenti e dei neo patentati sia quella di assumere un atteggiamento “leggero” e superficiale. Invece conclude, apprezziamo la maturità di questi ragazzi che con i loro progetti contribuiranno alla comunità a cui appartengono, e vedranno riconosciuto il proprio lavoro anche attraverso la pubblicizzazione sulle pagine social.
Inoltre, “Vivi la strada” si propone di far vivere quegli stessi spazi in sicurezza anche attraverso la sicurezza stradale di quei luoghi, ad esempio con la cultura di attraversare la strada sulle strisce pedonali o del non bere quando si sta alla guida, o ancora di rispettare i limiti di velocità ed i cartelli stradali.
"La sicurezza stradale deve essere una delle priorità per le amministrazioni", dichiara Pino Bendandi, il Presidente della Lega Consumatori Regione Lazio. "Ma soprattutto bisogna sempre tenere a mente che gli adolescenti di oggi saranno gli automobilisti di domani. Le scuole, i centri di aggregazione, le palestre dovrebbero sempre tenere a mente che la sicurezza passa dalle buone prassi quotidiane”. E conclude: “Bisogna educare al rispetto per se stessi e per gli altri".
Quindi, la strada intesa come luogo di relazioni sociali spiegando come si possa fruirne in tutta sicurezza, essendo parte integrante della quotidianità dei ragazzi.
L'Assessore ai servizi alla persona, Anna Maria Palombi, esprime un sincero apprezzamento alla scuola ed agli studenti coinvolti nel percorso formativo sul tema della sicurezza stradale ed afferma: "è grazie a questi specifici progetti che si sviluppa nel concreto una cittadinanza attiva, sensibile ed attenta al benessere della propria comunità. Oltre all'attenzione alla sicurezza stradale è importante accogliere ed implementare le proposte prodotte dai ragazzi per riqualificare gli spazi urbani. Ringrazio infine, tutti coloro che hanno preso parte a questo progetto", conclude l'Assessore.

codici-dacci-il-5