Lunedì, 19 Giugno 2017 08:25

Processo loculi cimitero di Erice, ammesse le parti civili

Vota questo articolo
(0 Voti)
Si è tenuta oggi l’udienza dinanzi al Tribunale monocratico di Trapani, Giudice Dr. Chiara Badalucco, che vede imputati Scaduto Vincenzo, 57 anni, ex titolare di una nota agenzia Onoranze funebri,e Baiata Alessandro, 31 anni, nella qualità di dipendente della ditta CIMER srl, società incaricata della costruzione e gestione del nuovo cimitero comunale di Erice, nonvhè della costruzione di nuovi loculi nel vecchio cimitero, entrambi accusati di truffa aggravata ai danni di 22 persone offese, il Baiata anche di appropriazione indebita, i fatti sarebbero stati commessi tra il 2011 e il 2014.

Dopo aver ammesso quali parti civili i privati cittadini danneggiati dalle condotte degli imputati e lo stesso Comune di Erice, rappresentato dal’Avv. Sabina Bonfiglio, oggi il Giudice ha ammesso anche le associazioni di consumatori Codici Onlus e Codici Sicilia,entrambe rappresentate dall’Avv. Valerio Duca del Foro di Trapani.

Importante anche è stata l’ammissione quale Responsabile Civile della stessa Cimer S.r.l. richiesta che era stata avanzata la scorsa udienza dal legale del Comune di Erice, e che, come si ricorderà, era stata auspicata anche da alcuni legali delle altre parti civili tra cui gli Avvocati Giuseppe De Luca e Vincenzo Maltese, in relazione alla culpa in vigilando da parte della Cimer sull’operato del proprio dipendente Baiata.

Il danno economico complessivo subìto dalla parti civili supera gli 80.000 euro, Per quanto possibile, in caso di eventuale accertamento delle responsabilità contestate, l’obiettivo dei legali è di recuperare quanto indebitamente ceduto.

Il processo proseguirà il prossimo 5 ottobre con l’apertura del dibattimento.

codici-dacci-il-5