Nonostante nella "Legge Europea 2016” sia affermato che: "Tutti gli Stati membri provvedono a che le loro normativenazionali prevedano l’esistenza di un sistema di indennizzo delle vittime di reati intenzionali violenti commessi nei rispettivi territori, che garantisca un indennizzo equo ed adeguato delle vittime", la situazione in Italia è ben diversa.
Pubblicato in Legalità
codici-dacci-il-5