L’Associazione Codici in quanto promotrice della campagna contro la malasanità “Indignamoci”, che ha come scopo quello di scuotere le coscienze ed indignarsi contro la crescente disorganizzazione e deresponsabilizzazione nella sanità, contro il decadimento del servizio sanitario nazionale e prevedere espressamente il sostegno alle vittime della malasanità, ha presentato un’istanza nel procedimento qualificato come “Piramide”.

Da diversi studi presentati dall'Istat in collaborazione con l'Istituto Sanitario Nazionale emerge una situazione sempre più allarmante, che si inserisce in un contesto sociale in cui il sistema sanitario nazionale è continuamente messo in discussione da casi di malasanità e strutture ospedaliere carenti.
Se aggiungiuamo che le difficoltà riscontrate nell'accesso all'assistenza sanitaria raggiungono percentuali altissime in alcune aree geografiche del Paese e in determinate fasce di popolazione, il quadro appare disastroso.

Ci rivolgiamo agli On. Senatori e On. Deputati che stanno esaminando il Disegno di legge Sanità n. 2224 sull'errore medico e sulla responsabilità professionale di cui sono stati approvati ieri i primi 5 articoli

Oggi in Senato, Amedeo Bianco del PD, relatore del disegno di legge da noi ribattezzato “Salvamedici” ha affermato che: “questa legge riporterà serenità tra medico, strutture e cittadino”

Dal 1° gennaio 2017 non ci sarà più il ticket sanitario regionale nel Lazio. Ad annunciarlo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso di una conferenza stampa sulla sanità

Ad appena 24 ore dal risarcimento imposto al Ministero della Salute dal Tribunale di Firenze per i familiari di una maestra di Pisa, deceduta a causa di una trasfusione di sangue infetto, a Cosenza venivano sequestrate ben sette sale operatorie dei reparti di chirurgia generale e ortopedia, perché i controlli hanno evidenziato rischi di contaminazione a causa delle scarse condizioni igieniche

codici-dacci-il-5