Giovedì, 15 Giugno 2017 14:33

Roaming addio definitivo dal 15 Giugno

Via libera definitivo a un accordo con gli Stati membri per l’abolizione dei sovrapprezzi sul roaming in tutto il continente.Rimosso anche l’ultimo ostacolo per dire addio alle tariffe di roaming nell’Unione Europea. Il Parlamento ha compiuto l’ultimo passo per arrivare alla fine del sovrapprezzo delle chiamate, degli sms e della navigazione internet, con il via libera definitivo a un accordo con gli Stati membri per mettere un tetto ai prezzi all’ingresso che vengono applicati dagli operatori su telefonate e dati.

La data: il 15 giugno
L’abolizione del sovrapprezzo del roaming entrerà effettivamente in vigore il 15 giugno prossimo e permetterà ai consumatori di chiamare, inviare sms e navigare su internet attraverso i telefoni mobili allo stesso prezzo che in patria quando viaggiano in un altro paese dell’Ue.

Le tariffe
In base all’accordo, quindi, dal 15 giugno 2017 il prezzo all’ingrosso (quello che vale nelle transazioni tra gli operatori) scenderà dagli attuali 50 euro per Giga a 7,7 euro. Il ribasso proseguirà: sei euro dal primo gennaio 2018, 4,5 euro dal primo gennaio 2019, fino al raggiungimento della cifra di 2,5 euro per Gigabyte a partire dal 2022.

 

Pubblicato in Telefonia
Da domani, 15 giugno 2017, potremo finalmente dire addio al roaming.
Pubblicato in Telefonia

Il Parlamento europeo ha approvato, seppur in via informale, l’accordo che stabilisce dei limiti ai prezzi all’ingrosso per l’uso della telefonia mobile.

Pubblicato in Telefonia
Finalmente insieme alla libertà di spostarsi all'interno dell'Unione Europea è arrivata la libertà di usare internet all'estero senza dover incorrere a costi extra prosciuga-credito telefonico. Siamo sicuri?
Pubblicato in Telefonia
Lunedì, 02 Maggio 2016 14:11

Alle porte il taglio dei prezzi di Roaming

Codici(membro del BEUC):ecco una buona notizia per i consumatori!


A partire da Lunedi 2 maggio chiamare, mandare SMS e navigare in Internet all'estero diventerà notevolmente più economico grazie all’ introduzione  di una nuova legge sulle telecomunicazioni dell'UE. L'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC) accoglie con estremo favore questa riduzione di prezzo.
 
Il massimo carico tariffario sul roaming sarà di € 0,05 per le chiamate in uscita, 0,02 € per i messaggi di testo e di € 0,05 per megabyte scaricato quando i consumatori saranno in roaming.
La parola fine di tutti i costi di roaming è in divenire e dovrebbe arrivare al kick-in nel giugno 2017 -purché l'UE concordi una profonda riforma dei prezzi business-to-business. Il BEUC sta esortando la Commissione europea a fare  proposte ambiziose per riformare i prezzi che gli operatori di telecomunicazioni pagano l'un l'altro per le chiamate internazionali e per l'utilizzo dei dati. Questa riforma è la chiave per mantenere competitività nel settore delle telecomunicazioni.
 
Un'altra caratteristica fondamentale della legge –che dovrebbe entrare in vigore  Lunedi - è che anche il traffico internet debba essere trattato allo stesso modo. Questa traduzione del principio di 'neutralità della rete' significa che i provider della rete non possono più rallentare, bloccare l'accesso o discriminare determinate applicazioni o servizi.
 
Monique Goyens, direttore generale dell'Organizzazione europea dei consumatori, ha commentato:
"Accogliamo con favore la svendita delle tariffe di roaming. I consumatoridi oggi non capiscono  perché l'attraversamento di un confine in Europa deve tradursi in impennata dei costi di telefonia e internet.
"Si parla molto della digitalizzazione dell'economia europea. Perché ciò avvenga, i costi per i consumatori che usufruiscono di  internet e del traffico voce . Abolirle è un passo logico nel piano dell'UE per costruire un mercato unico digitale.
 
"La neutralità della rete è il modo in cui dovrebbe essere regolato internet in quanto è apertura  all'innovazione, con parità di accesso per tutti.
 Si tratterà di una vittoria per i consumatori se i fornitori di Internet non avranno più potere decisionale  per ragioni commerciali quali Internet SERVIZI, finalmente i consumatori potranno scegliere!
Pubblicato in Consumi
codici-dacci-il-5