Contatore illeggibile? Non si paga!

Vota questo articolo
(0 Voti)
Sembra siano milioni gli utenti che non possono rilevare il proprio consumo di energia elettrica sul contatore.

Come tutte le apparecchiature elettroniche, anche i contatori col tempo perdono colpi e così spariscono i dati del display a cristalli liquidi.

Eppure é un nostro diritto poterli rilevare, anche se pochi lo fanno.

Dobbiamo essere certi che quanto ci viene addebitato é corretto.

Nel 2001 Enel prometteva: “il Contatore intelligente insieme all’infrastruttura di telegestione, di cui Enel è il precursore nel mondo, costituisce anche il tassello fondamentale delle reti intelligenti, le cosiddette Smart Grids. Le città intelligenti, la mobilità elettrica e la domotica hanno avuto inizio da qui. Tutto smart, tutto intelligente”

Poi le cose sono andate diversamente: i contatori non sono mai stati omologati e vengono sequestrati su richiesta dell’utente al locale Ufficio Metrico.

In compenso, il nostro consumo viene rilevato da remoto, senza che nessuno controlli.

La legge è chiara: è il dato indicato dal contatore che vale agli effetti della transazione e non quello rilevato da remoto e quindi, se i dati del vostro contatore sono illeggibili, potete non pagare le bollette.

Se vorranno sostituirvi il vecchio contatore, che ha il visualizzatore spento, potrete opporvi all’intervento, chiedendo la ricostruzione dei consumi al vostro fornitore, come imposto dall’Autorità per l’energia e la sostituzione del contatore guasto necessita del vostro consenso scritto.