Mercoledì, 26 Ottobre 2016 09:01

Funghi Comuni: Caratteristiche principali, Sosia, Aspetti Tossicologici

Vota questo articolo
(0 Voti)
La contraddizione fra la corretta informazione micologica e il consumo di prodotti fungini commerciali possono avere ripercussioni sulla salute pubblica


In questo articolo ci dedicheremo completamente all’esposizione ed ai conseguenti approfondimenti di un caso di intossicazione da Omphalotus olearius (DC.) Singer verificatosi recentemente in Calabria.
Riprendiamo in questa parte quarantanovesima l’analisi di quei principi attivi e particelle scoperte nei macromiceti di cui se ne conoscono con certezza le funzioni. La maggior parte di queste molecole vanno generalmente sotto il nome di “tossine fungine” e ne continuiamo la trattazione attingendo come sempre dalla letteratura di riferimento.
 Segue sui principi attivi e le particelle scoperte nei macromiceti:
• …“l'Orellanina è una micotossina citotossica costituita da un insieme di almeno 10 sostanze diverse di natura polipeptidica”…
• …“l'Orellanina è attualmente identificato chimicamente come biperidina idrossilata amino-ossidata”…

Formula di Struttura dell’Orellanina
da: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/5/57/Orellanine_structure
(Arrangiamento grafico di C. Siniscalco- © -Archivio GMEM-AMB)

• …“La biperidina idrossilata amino-ossidata (Orellanina) non si inattiva con l’essiccamento, resiste all’ebollizione e all’azione di altri agenti fisici, solo le altissime temperature (oltre 270° C.) e la luce ultravioletta la trasformano in orellinina e orellina, metaboliti inattivi”…
• …“ l'Orellanina provoca una Sindrome a Lunga Latenza che prende il nome di Sindrome Orellanica”….
• …“La Sindrome a Lunga Latenza provoca una più alta incidenza di mortalità perché è l’intossicazione da funghi che può manifestarsi con una sindrome tardiva, maggiore alle 6 ore (nel caso dell’Orellanina essa va da 8 – 12 ore fino a 3 – 4 giorni e anche più)”….
• …“L’organo bersaglio dell’Orellanina è il rene dove nei tubuli prossimali determina la necrosi delle cellule”….
• …“Per dose letale dell’Orellanina nell’uomo adulto va considerata la quantità contenuta in 40 – 50 gr. di fungo fresco”….
• …“I sintomi inizialmente possono mimare una gastroenterite (abbastanza frequente anche se spesso sottostimata) con nausea, anoressia, vomito, dolori addominali e sapore metallico in bocca. I sintomi genito-urinari, assenti nella fase iniziale compaiono dopo alcuni giorni con dolori lombari, poliuria od oligoanuria, con i quali si manifesta l’insufficienza renale acuta. Questa sintomatologia principale è accompagnata anche da una serie di sintomi secondari di tipo sia muscolo scheletrici (dolori lombari, mialgie, tremori) sia neurologici (sonnolenza, cefalea, parestesie, tinniti, convulsioni)”….
• La Sindrome Orellanica è dovuta a funghi del “Genere” Cortinarius (Pers.) Gray”….

 Genere Cortinarius* ** (Pers.) Gray: Cortinarius orellanus Fr., Cortinarius speciosissimus Kühner & Romagn. (Sinonimo: Cortinarius rubellus Cooke)

*…“l'Orellanina si trova in concentrazione maggiore in C. orellanus rispetto a C. speciosissimus”….
**…“è stato dimostrato che l'Orellanina è presente anche nelle spore”….

 C. orellanus Fr.:


Cortinarius orellanus Fr.
(Foto: C. Lavorato- © - Archivio Gruppo Micologico Sila Greca-AMB)