Nessuno faccia del male ai migliori amici dell’uomo

Vota questo articolo
(0 Voti)

Da tempo ho maturato la convinzione che quattro zampe sono quasi sempre meglio di due e non per una banale questione matematica. G.B. Shaw ha detto "più conosco gli uomini, più amo gli animali"

In Italia ci sono circa 7 milioni di cani e 8 milioni di gatti, che vivono in appartamento come effettivi membri della famiglia e spesso il loro numero aumenta perchè oltre agli anziani soli, ci sono tante coppie che non riescono o non possono avere figli (il Piemonte registra il numero più alto di cani in Italia).


I nostri amati animali ci tengono compagnia come fossero persone, credo che questo sia uno dei motivi per cui tanti decidono di adottarne uno o di comprarlo in un allevamento e di questo passo il loro numero in famiglia non potrà che aumentare.

Quando mi domandano perchè sono amico degli animali, rispondo: “perchè sono migliori degli essere umani”.

Loro ti danno tutto, senza chiedere niente in cambio, solo un po di cibo, amore e affetto e sopratutto non ti tradiscono mai, come si fa a non amarli, a non difenderli da chi non li ama.

Sopratutto da chi si comporta nei loro confronti in modo crudele, li abbandona, li maltratta, li sevizia, li usa per i combattimenti o ancora peggio per la vivisezione.

A quanto sopra si aggiunge il fatto e qui le affermazioni potrebbero essere opinabili (in quanto non viene citata la fonte dei dati) che sulla base di quanto asserisce l’Aidaa, in Italia seppur vietato dalla legge, pare che si mangino 6-7 mila gatti all’anno, il 10% di tutti quelli scomparsi, un abitudine, sempre stando alle affermazioni del’Associazione in questione, particolarmente radicata in alcune zone specifiche del nostro territorio.

Alla domanda, chi sono i mammiferi più pericolosi sulla terra, trovo che la la risposta sia semplice: “talune specie di esseri umani”, che uccidono spesso solo per il gusto sadico di farlo.

Amare e difendere gli animali, operare attivamente per evitare l’estinzione di talune specie messe in pericolo dal comportamento irresponsabile di certi esseri umani è uno dei modi per ristabilire il primato della natura, oggi fortemente compromesso, salvaguardando conseguentemente l’ambiente che ci circonda e quindi noi stessi.