Lunedì, 17 Aprile 2017 14:43

Alla scoperta di SPID. Le modalità di attivazione nell'intervento di CODICI su Radio Cusano

Vota questo articolo
(0 Voti)

Accedere gratis a tutti i servizi della pubblica amministrazione con un'unica coppia utente e password.

Clicca PLAY per ascoltare l'intervista completa

 E' questo lo scopo dello SPID, il sistema pubblico di identità digitale, introdotto dal Governo alla fine del 2016. Un'iniziativa fortemente pubblicizzata ma che forse nelle case degli italiani non è entrato chiaramente.
“Paradossalmente gli unici ad essersi registrati sono i diciottenni italiani, poichè il bonus cultura di Renzi richiedeva di possedere un'identità digitale – commenta Luigi Gabriele, responsabile affari istituzionali  dell'Associazione Codici. Eppure sarebbe utile a tutti per monitorare ogni nostro servizio pubblico, risparmiando e accorpando le banche dati. Consentirebbe, inoltre, di essere più partecipi attivamente e di conoscere le  dinamiche della pubblica amministrazione”.
 Usufruirne è semplice. Dopo l'immatricolazione on line attraverso il portale, è necessario recarsi, con un documento valido, in uno degli uffici di Poste Italiane per essere riconosciuto e avere appieno accesso al sistema  digitale. Il rischio a cui si può inciampare, però, è il furto dell'identità. Certamente tutto sta sia nel buon senso di chi gestisce l'infrastrutture, sia in chi le utilizza.