Il decalogo per proteggersi dal freddo. Le dieci regole per fronteggiare gli effetti delle gelide temperature degli ultimi giorni

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'ondata di freddo e neve tiene ancora sotto scacco la nostra penisola. Le temperature si sono notevolmente abbassate, la neve ha raggiunto angoli dello stivale inaspettati, regalando spettacoli suggestivi ma anche molti disagi.
Il freddo eccessivo può rappresentare una minaccia per la salute, soprattutto per i bambini, le persone anziane e i malati.

L'influenza ha subito un incremento vertiginoso e ha colpito milioni di italiani assumendo forme e modalità differenti.
Il termometro ha toccato temperature inferiori a 0 gradi e ha generato delle situazioni estreme che possono essere causa, nei soggetti più a rischio, di ipotermia e assideramento.
Il freddo ha colpito le tubature dell'acqua, gli impianti di riscaldamento, la viabilità delle strade, il funzionamento dei trasporti. Nessuno è parso preparato a questo drastico cambiamento climatico e per contrastare le eventuali emergenze sanitarie correlate alle basse temperature e al clima invernale estremamente rigido, il Ministero della Salute ha messo a punto un decalogo per prevenire e combattere gli effetti di queste gelide temperature:

1. La vaccinazione antinfluenzale, innanzitutto, è raccomandata in particolare a chi ha compiuto 65 anni, ai soggetti affetti da malattie croniche e a donne incinte.

2. La temperatura degli ambienti interni deve essere conforme agli standard consigliati, ossia intorno ai 18-22°C.

3. Bisogna prestare attenzione al microclima: mentre l'aria troppo secca può essere causa di irritazione delle vie aeree, l'umidità eccessiva può favorire la formazione di muffe.

4. Fare molta attenzione alla manutenzione di caminetti, caldaie e stufe a gas per evitare incidenti domestici e gravi danni alla salute.

5. In caso di utilizzo, invece, di stufe elettriche o altre fonti di calore, presta attenzione che funzionino correttamente, per evitare folgorazione o scottature.

6. Gli sbalzi di temperatura possono essere molto pericolosi, dunque è necessario stare attenti quando si passa da un ambiente all'altro.

7. Mentre le bevande e i pasti caldi aiutano a mantenerci caldi, gli alcolici andrebbero del tutto evitati, perché favoriscono una maggiore dispersione di calore dal corpo.

8. I più bisognosi di cure e attenzione sono i bambini e le persone anziane non autosufficienti, dunque, servirà controllare loro la temperatura corporea periodicamente.

9. Per quanto riguarda l'abbigliamento è bene indossare sempre sciarpa, guanti, cappelli e un vestiti caldi. Per gli spostamenti in macchina, invece, dotarsi di catene o pneumatici da neve, per assicurarsi un viaggio sicuro.

10. Bisogna mantenere i contatti con chi vive da solo, per assicurarsi che possa affrontare questa emergenza gelo nel migliore dei modi e con le provviste necessarie. Prestare, soprattutto, particolare attenzione verso chi è costretto a vivere in strada, a chi subisce più di tutti l'estrema rigidità di queste temperature, segnalare la loro presenza alle autorità competenti sperando di porre rimedio in qualche modo a questo estremo disagio.