Ridi, pesce pagliaccio!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Oltre 20 anni. È l'età raggiunta dal pesce pagliaccio negli acquari pubblici presenti in Europa. Un traguardo non indifferente, ben oltre la media e che, soprattutto, apre nuovi scenari nel campo della ricerca.

È stato proprio un gruppo di ricercatori a scoprire questo dato interessante, attraverso uno studio, pubblicato dalla rivista BMC Evolutionary Biology, che ha coinvolto tutti gli acquari pubblici europei. A loro è stato infatti sottoposto un questionario per verificare l'età dei vari pesci ospitati. Bene, quello più longevo è risultato essere il pesce pagliaccio.

Gli esemplari di Nemo (ormai così è stato ribattezzato il pesce pagliaccio dopo il successo del cartone animato della Walt Disney) presenti in diverse strutture hanno infatti oltre 20 anni. Non solo vecchi, ma anche in grado di riprodursi ancora regolarmente.

Le ricerche si sono concentrate sulla genetica dei pesci pagliaccio. Parte del genoma è stato sequenziato e confrontato con una specie molto simile. Da questo confronto è emerso che le proteine all'interno del mitocondrio e del lisosoma nel corso dell'evoluzione hanno subito importanti modifiche. Questo, dunque, è il segreto della longevità di Nemo e, soprattutto, il nuovo campo di ricerca che si apre di fronte agli studiosi.