La spiaggia di “The Beach” chiusa per il troppo inquinamento

Vota questo articolo
(0 Voti)
La splendida Maya Bay, spiaggia thailandese resa famosa dal film del 2000 con Leonardo DiCaprio "The Beach", resterà chiusa fino al 2021.


Lo ha deciso il Dipartimento dei Parchi Nazionali thailandesi per consentire alla barriera corallina di riformarsi. La spiaggia, che si trova sull'isola Ko Phi Phi Leh, era già stata gravemente danneggiata dai 5mila visitatori che si recavano lì ogni giorno. Tutto ciò ha causato molto inquinamento ed erosione delle barriere coralline. Per questo lo scorso giugno era già stata chiusa per sei mesi. Eppure si tratta di una piccola striscia di sabbia, lunga solo 250 metri e larga 15.

Si parla di danni considerevoli che hanno colpito e quasi distrutto l'80% dei coralli. Tra la cause vi sono senza dubbio i motori delle barche utilizzate dai turisti per visitare la baia e i rifiuti di plastica gettati in mare.

Una volta riaperta, la spiaggia sarà comunque accessibile a un numero chiuso di visitatori giornalieri e sarà vietato alle barche fermarsi all'interno della baia.

Le autorità thailandesi hanno fatto sapere che Maya Bay non sarà riaperta prima della metà del 2021, per dare tempo all'ecosistema della zona di tornare alla normalità. Da quando è stata chiusa infatti si è assistito già ad una rigenerazione dei coralli.

Giulia Amati