L'Oms riconosce ufficialmente lo stress da lavoro

Vota questo articolo
(0 Voti)
L'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha riconosciuto ufficialmente lo stress da lavoro, il burnout, inserendolo nel suo elenco dei disturbi medici, nella lista dell'International Classification of Diseases (Icd).


Non si tratta di una vera e propria malattia, ma di uno dei fattori che "influenzano lo stato di salute o che portano al contatto con i servizi sanitari".

È quindi un fenomeno legato al lavoro ed è la risposta ad uno stress emotivo cronico e persistente, caratterizzato da esaurimento fisico ed emotivo, tendenza a considerare le persone come oggetti, sensazione di perdita di significato del proprio operato e ridotta produttività.

I sintomi associati sono: "spossatezza sul luogo di lavoro", "cinismo, isolamento o in generale sentimenti negativi" ed "efficacia professionale ridotta".

Il burnout si riferisce nello specifico nei contesti lavorativi e non dovrebbe essere applicato per descrivere altri ambiti della vita.

La decisione dell'Oms arriva dopo decenni di studi. In più l'agenzia speciale dell'Onu per la salute fornisce disposizioni ai medici per diagnosticarlo.

Giulia Amati