Un calendario spaziale per i 30 anni di Hubble

Vota questo articolo
(0 Voti)

Immagini che lasciano senza fiato. Sono quelle che compongono il calendario 2020 pubblicato per celebrare i 30 anni di Hubble, il famoso telescopio gestito da Nasa ed Esa.

La scelta delle foto, che sono state selezionate tra settembre e novembre dello scorso anno, è avvenuta attraverso i canali social del telescopio, dove era possibile votare 30 immagini scelte dagli astronomi.

Immagini incredibili

C’è da restare a bocca aperta guardando il calendario, accessibile a tutti, con gli utenti che hanno la possibilità di condividere e stampare il materiale liberamente. I mesi scorrono attraverso stelle d’orate, arcobaleni cosmici, nebulose colorate e collisioni galattiche. Scatti incredibili, come quello scelto per la copertina, su cui compare la galassia NGC 3256. Distante circa 100 milioni di anni luce dalla Terra, ha una forma irregolare a causa di una gigantesca collisione cosmica tra due galassie a spirale, avvenuta circa 500 milioni di anni fa.

La rivoluzione di Hubble

Oggi è possibile ammirare questo spettacolo grazie ad Hubble, che in 30 anni di onorata carriera ha letteralmente rivoluzionato lo studio dell’Universo. Per comprendere il valore del lavoro di questo telescopio bisogna considerare che è grazie ad esso che sono stati fotografati i primi pianeti esterni al Sistema Solare. Intitolato all’astrofisico americano Edwin Hubble, che agli inizi del 1900 dimostrò che l’Universo è in espansione, il telescopio è in orbita dal 24 aprile 1990. Dopo una prima fase non particolarmente facile, segnata da alcuni problemi tecnici, Hubble ha iniziato ad inviarci immagini sensazionali, permettendo agli studiosi, e non solo, di osservare per la prima volta il cosmo da un punto di vista inedito, ovvero al di fuori dell’atmosfera terrestre.

Il calendario 2020 può essere ammirato sul sito internet https://www.spacetelescope.org.