Era settembre 2017 quando l’Associazione Codici scrisse alle compagnie telefoniche intimando loro di fare un passo indietro su differenti fronti: fatturazione a 28 giorni, addebito in un’unica soluzione delle rate di smartphone e tablet per chi chiedeva il recesso e obbligo di acquisto del modem proprietario, ma ci ignorarono scientemente.

CODICI si oppone all’aumento delle tariffe autostradali

CODICI plaude per il coinvolgimento delle Associazioni rappresentative degli interessi dei consumatori su materie fiscali

CODICI commenta positivamente l'importante novità apportata ​per contrastare la ludopatia

L'Antitrust pubblica un provvedimento contro DPI per pratiche commerciali scorrette
codici-dacci-il-5