Martedì, 05 Gennaio 2016 13:32

SERVIZIO IDRICO ACEA ATO 5 Segnalata all’’Antitrust per Pratiche commerciali scorrette

Vota questo articolo
(2 Voti)
Invitiamo i consumatori a segnalarci i loro casi per integrare il fascicolo

Non sconvolge più il fatto che Frosinone sia una delle provincie in cui i cittadini paghino di più per la bolletta e che occorre rimettere ordine nella materia.

Oramai è chiaro che la tesi dello scontro totale, propugnata da alcuni in questi anni, ha portato solo danni ai cittadini, sia in termini economici che anche in termini di chiarezza.

Le bollette così alte che siamo costretti a pagare sono il frutto di battaglie legali disorganizzate e di un confronto assente sull'importo delle tariffe da applicare, ma soprattutto sulla mancata vigilanza sulla qualità del servizio. E sono proprio le questioni legate alla qualità del servizio il nodo dolente in ATO5 più sentito dai consumatori.

Mancata fatturazione, ritardo di fatturazione, morosità non legittime, mancata risposta ai reclami, servizio assistenza scadente, e interventi sulla rete non parametrati con il costo degli oneri parametrati in tariffa. Sono questi gli elementi contenuti in un’ampia e articolata segnalazione inviata all’ANTITRUST, con l’obiettivo di fare aprire un’istruttoria e di conseguenza ottenere una dura sanzione in capo ad ACEA ATo5, così come avvenuto già per altri operatori come ABBANOA in Sardegna, Gori in Campania o come già è in corso per ACEA Ato2 nel Lazio.

Proprio sulla qualità del servizio e sugli usi commerciali di Acea Ato 5 c'è da dibattere, CODICI ha presentato in data 26.10.2015 una segnalazione all’AGCM la numero W54031 per varie pratiche commerciali,  a nostro parere scorrette, che Acea Ato 5 avrebbe intrapreso, in relazione al mancato recapito di fatture che è poi sconfinato in richieste d'interessi moratori assolutamente non dovuti, in relazione ai ritardi nelle risposte agli utenti, ed ai disservizi continuamente resi in fase di trasmissione dell' autolettura.

A tal proposito ricordiamo a tutti i cittadini che è fondamentale presentare reclamo contro le pratiche commerciali scorrette e che gli sportelli di CODICI ramificati su tutto il territorio provinciale utilizzeranno anche per rafforzare la segnalazione.

E’ fondamentale infatti che i consumatori inviino correttamente in caso di disservizio il reclamo ad ACEA e poi inoltrino autonomamente o anche mediante Codici  una segnalazione all’AGCM mediante il formulario elettronico.

“A tal proposito ribadiamo ai cittadini” – dichiara Giammarco Florenzani – resp. Comunicazione Codici Segreteria Prov. Frosinone, “che in ogni delegazione Codici possono controllare se hanno diritto o meno al rimborso della quota depurazione, che in molti casi può essere d'importo davvero ingente e che possono essere assisiti per fare i reclami riguardanti errate fatturazioni o pratiche commerciali scorrette, dell’operatore, come richiedono le procedure vigenti.

codici-dacci-il-5