Venerdì, 29 Marzo 2019 08:53

Arera-Gdf, un'ispezione da 260 milioni di euro

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Oltre 260 milioni di euro contestati dalla Guardia di Finanza nel corso delle ispezioni sulle attività delle imprese di acqua, elettricità e gas, per costi riconosciuti in tariffa ma non dovuti. È il bilancio delle ispezioni effettuate da Fiamme Gialle ed Arera nel corso del 2018.

Una parte significativa, come spiega Arera in un comunicato stampa (leggi qui), è stata già restituita ai clienti attraverso riduzioni tariffarie.

"Nel 2019 - annuncia Arera - il programma mantiene un presidio ispettivo proprio sugli ambiti che si sono rilevati più critici nell'esperienza recente, prevedendo al contempo l'introduzione di nuovearee di controllo e un complessivo aumento delle azioni in campo. È prevista in particolare un'estensione di verifiche in materia di investimenti e unbundlingfunzionale e contabile finalizzati alla corretta applicazione delle direttive in materia e alla regolare contabilizzazione degli investimenti. Tra le novità, saranno effettuati sopralluoghi per la verifica delle disposizioni del settlementgas (volte ad assicurare l'efficiente erogazione dei servizi di bilanciamento e di trasporto del gas naturale) e del rispetto delle disposizioni relative alla qualità dei servizi idrici, nonché controlli delle imprese energivore ai fini del riconoscimento di riduzioni tariffarie con riferimento agli oneri generali di sistema".

Ultima modifica il Venerdì, 29 Marzo 2019 08:59
codici-dacci-il-5