Martedì, 18 Agosto 2020 07:09

Fci: la multa dell’Antitrust a Sixthcontinent conferma le nostre denunce

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un primo importante passo verso la giustizia.

È il commento delle associazioni dei consumatori Codici ed Aeci, che aderiscono alla Federazione Consumatori Italiana insieme ad Aiace e Konsumer, in merito alla multa inflitta dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a Sixthcontinent.

La multa milionaria

Attiva nell'ambito della pubblicità online e dell'e-commerce, in particolare nell'offerta e nella vendita di shopping card attraverso la piattaforma sixthcontinent.com, la società ha ricevuto una sanzione di 4 milioni di euro per condotte ingannevoli e aggressive.

Le denunce delle associazioni dei consumatori

"Questa multa – dichiarano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, ed Ivan Marinelli, Presidente di Aeci – conferma quanto denunciamo da mesi. La convenienza economica prospettata dalla società è stata ingannevole ed i consumatori sono stati danneggiati da condotte aggressive. Prima Sixthcontinent ha negato, poi ha minimizzato, ora ha scaricato la colpa su una presunta truffa perpetrata da alcuni utenti. Riteniamo sia arrivato il momento che la società si assuma le sue responsabilità e risarcisca i consumatori. È quello che chiediamo con la class action che abbiamo avviato e che ha raccolto centinaia di adesioni".

Il verdetto dell'Autorità

Il giudizio dell'Antitrust è netto. Come appurato dall'Autorità, Sixthcontinent ha bloccato gli account di molti clienti in modo ingiustificato, ha ostacolato il rilascio di shopping card dei vari merchant e ne ha ritardato più volte l'attivazione, ha convertito forzosamente le proprie shopping card dal valore promesso e spendibile sulla piattaforma in crediti da usare sulla stessa, ha svalutato la percentuale dei crediti utilizzabili per l'acquisto delle shopping card dei vari merchant dal 50% all'1-3%, ha ridotto in modo significativo il numero e l'importanza di shopping card acquistabili e degli altri servizi di pagamento fruibili in precedenza con il saldo e con i crediti accumulati. Infine, in alcuni casi la società ha omesso il rimborso delle somme versate per l'acquisto delle shopping card e ha offerto solo crediti spendibili sulla piattaforma ormai priva di molti servizi di pagamento prima utilizzabili. Le condotte accertate hanno coinvolto complessivamente oltre 500 mila consumatori.

Class action avanti tutta

Le associazioni Codici e Aeci hanno avviato una class action per chiedere il risarcimento dei clienti. Al momento si contano oltre 500 adesioni. 

Come aderire:

1 scaricare i file per l'adesione dagli allegati (in fondo all'articolo)

2 compilare i documenti in formato cartaceo

3 scannerizzare i documenti in formato PDF

4 compilare il file excel in allegato ai file (non obbligatorio)

5 compilare il form all'indirizzo https://forms.gle/JdV8uFsQBPdqDZuz7

6 Effettuare il pagamento a mezzo bonifico

€ 20 per tesseramento da effettuare tramite bonifico:
causale: Nome Cognome + SIXTHCONTINENT
Intestato a: CODICI
IBAN : IT07X0200805057000105674694
banca: UNICREDIT

7 Inviare i documenti cartacei a:

CODICI –  Via Giuseppe Belluzzo, 1 | 00149 Roma

Scarica gli allegati:

● adesione - mandato - privacy

● shopping card

Per informazioni ed assistenza è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Ultima modifica il Martedì, 18 Agosto 2020 07:19