CODICI: necessario un serio e tempestivo intervento da parte delle Istituzioni

Pubblicato in Sanità
Il sistema sanitario, per quanto riguarda il tema della liste d’attesa, è ancora in tilt. Lunghe liste d’attesa e centralini che rimandano all’anno prossimo per una Tac.
Pubblicato in Sanità

CODICI: necessario un processo di moralizzazione

Pubblicato in Sanità
L’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha stabilito un ordine delle priorità sulla sanità pubblica regionale, svelando quali sono le azioni da intraprendere a stretto giro e quali gli obiettivi dei cinque anni di legislatura.
Pubblicato in Sanità
Su 10 milioni di pazienti ricoverati ogni anno negli ospedali italiani, circa il 6% contrae un’infezione ospedaliera durante la degenza e l’1% di questi 600.000 andrà incontro al decesso.
Pubblicato in Sanità
In Europa ogni anno, circa 3,2 milioni di pazienti contraggono un’infezione in ospedale e di questi 37 mila muoiono.
 
Pubblicato in Sanità

La situazione in cui versa il Servizio Sanitario Nazionale, come più volte segnala la nostra Associazione CODICI, tra casi di malasanità, liste d’attesa interminabili e Ospedali affollati, ha portato la diretta conseguenza di un aumento considerevole del numero di italiani che si rivolge a strutture private pur di accedere alle prestazioni sanitarie in tempi ragionevoli.

Pubblicato in Sanità
Venerdì, 25 Maggio 2018 10:10

Spese nutrizionista: si possono detrarre?

Nel 2017 mi sono rivolto ad un biologo nutrizionista per perdere peso. Dal momento che non mi sono rivolto al medico di famiglia e dunque non possiedo alcuna prescrizione medica, chiedo di sapere se in sede di dichiarazione posso portare in detrazione questa spesa, e in caso di risposta affermativa come devo procedere.

Pubblicato in Economia e Finanza
È emergenza sanità nella Regione Lazio: il problema delle lunghe attese per essere curati o soccorsi sta diventando preoccupante e provoca situazioni limite, segno di forte disagio.
Pubblicato in Sanità

La delibera 241 del 30 marzo 2018 stabilisce che i lavoratori dell'ARES (AZIENDA REGIONALE EMERGENZA SANITARIA.) dal 1° giugno saranno sostituiti da una rete del volontari pagati con rimborso per svolgere l'emergenza sanitaria nella Regione Lazio in un’ottica di risparmio.

Pubblicato in Sanità
Pagina 1 di 7