Giovedì, 31 Maggio 2018 14:06

Detrazioni per acquisto occhiali da vista e lenti a contatto

Vota questo articolo
(1 Vota)

Tra le spese che possono essere scaricate dalle imposte rientrano anche quelle effettuate per l’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto

Tra le spese che possono essere scaricate dalle imposte con la presentazione della dichiarazione dei redditi 2018 (modello 730 o modello Redditi) rientrano anche quelle effettuate per l’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto ad esclusione delle spese sostenute per l’impiego di metalli preziosi (oro, argento, platino) nella montatura.

Questo tipo di spese, infatti, rientra nell’elenco dei dispositivi medici - messo a disposizione dal Ministero della Salute - per i quali è possibile ottenere una riduzione dalle tasse del 19% sui costi sostenuti nell’anno 2017 al netto della franchigia di 129,11 euro.

Riteniamo opportuno segnalare che, tra questa tipologia di spese è possibile includere anche quelle sostenute per l’acquisto del liquido per le lenti a contatto indispensabile per l’utilizzazione delle lenti stesse.

Documentazione richiesta - Per poter beneficiare dell’agevolazione fiscale è necessario documentare la spesa sostenuta tramite scontrino fiscale o fattura dai quali sia possibile verificare:
La descrizione completa del dispositivo medico (non è sufficiente la generica dicitura “dispositivo medico”);
Il soggetto che ha effettuato l’acquisto.

Si ricorda, inoltre, che il dispositivo medico (nel nostro caso gli occhiali o le lenti a contatto) deve risultare conforme alle direttive europee, vale a dire riportare la marcatura “Ce”.

Questa certificazione potrà risultare:
Dalla confezione del dispositivo;
Dalla scheda del prodotto;
Dall’indicazione in fattura o sullo scontrino rilasciato dal venditore.

Quanto si scarica dalle imposte - L’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto, risultante da prescrizione medica, consente di scaricare dalle tasse il 19% della spesa sostenuta al netto della franchigia di 129,11 euro.

Così, ad esempio, se per l’acquisto di un paio di occhiali da vista (o delle lenti a contatto) abbiamo sostenuto una spesa pari a 300 euro, la somma che potremo scaricare dalle imposte sarà pari al 19% della differenza tra il costo complessivo degli occhiali (300 euro) e la franchigia di 129,11 euro.

Lo sconto fiscale sarà così pari a 32,47 euro ovvero il 19% di 170,89 euro (vale a dire 300-129,11 euro).

Autore: Salvatore Cortese

codici-dacci-il-5