Venerdì, 01 Febbraio 2019 11:36

Codici: nessun rilancio per Bpb senza il rimborso degli azionisti

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Bari ha approvato, mercoledì scorso, il Piano Industriale 2019-2023.

Un passaggio molto atteso, anche dall'Associazione Codici, che ha avviato un'azione collettiva per tutelare i risparmiatori ai quali Bpb ha proposto un investimento rivelatosi fallimentare.

"Nel Piano Industriale approvato – commenta l'Avvocato di Codici Marcello Padovani – leggiamo di consolidamento dell'istituto, efficientamento della struttura, innovazione commerciale e digitalizzazione. Manca, purtroppo, una parola che per la nostra Associazione è fondamentale: fiducia. Non c'è nessun rilancio possibile se non torna la fiducia, quella fiducia che i consumatori hanno già perso".

"Abbiamo avviato un'azione collettiva – sottolinea il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – per tutelare i risparmiatori ai quali la Banca Popolare di Bari ha proposto un investimento speculativo, senza metterli in guardia dai rischi che avrebbero potuto correre e senza fornirgli adeguati prospetti informativi. Nell'ultimo anno le azioni hanno subito una svalutazione di oltre il 70%, non ci sono compratori ed il valore dei titoli rischia di azzerarsi. Nel Piano Industriale di Bpb non c'è traccia di tutto ciò. Per questo dalla nostra Associazione non può che arrivare una bocciatura, perché non è questa la strada per tutelare i risparmiatori".

codici-dacci-il-5