Giovedì, 10 Settembre 2020 08:01

Caso Bprimes, Codici chiede l'intervento della Consob

Vota questo articolo
(0 Voti)

C'è un ulteriore elemento che fa risuonare ancora più forte l'allarme tra i clienti Bprimes, piattaforma che propone investimenti, soprattutto in criptovalute. Riguarda il sito internet, che non è più online.

Il caso all'attenzione della Consob

"Abbiamo inviato una segnalazione alla Consob – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – affinché venga fatta piena luce su questo nuovo caso di trading online pieno di ombre. Stiamo raccogliendo le segnalazioni dei clienti, di chi ha investito denaro dietro la promessa di facili guadagni ma non è mai riuscito ad incassare nemmeno un euro".

L'illusione dei facili guadagni

"Per attirare nuovi clienti - aggiunge Giacomelli - i broker a volte ricorrono anche a fantomatici personaggi famosi diventati ricchi con questo genere di investimenti. Una pubblicità scorretta e ingannevole, perché sono casi del tutto inventati. Bisogna fare molta attenzione, diffidare di chi assicura guadagni immediati a fronte di esborsi irrisori, perché il rischio di ritrovarsi vittima di una truffa è molto alto".

Assistenza legale per i risparmiatori

L'associazione Codici ha attivato i suoi legali per fornire assistenza ai risparmiatori che hanno fatto un investimento con Bprimes ed hanno visto andare in fumo i propri soldi. È possibile richiedere aiuto inviando un'email all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

codici-dacci-il-5