Mercoledì, 23 Maggio 2018 10:36

Conguagli Bollette energia e gas. Dal 1° marzo nuove norme: obbligo per gli operatori di avvisare i consumatori

Vota questo articolo
(0 Voti)

Codici: i consumi oltre i due anni non sono da pagare

Dal 1° marzo 2018, è obbligatorio per i venditori di energia elettrica riportare in tutte le bollette emesse fino al 31 dicembre 2018 nei confronti dei clienti finali alimentati in bassa tensione, tale comunicazione (ai sensi dell'art. 10.3 dell'Allegato A alla deliberazione 501/2014/R/com di ARERA):

"A partire dal 1° marzo 2018, qualora Ella riceva una fattura contenente importi per consumi riferiti a periodi trascorsi da almeno due anni, può contestarli e non pagarli, in applicazione della Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205/17).  Il Suo venditore ha l'obbligo, contestualmente a tale fattura e comunque almeno 10 giorni prima della scadenza del pagamento, di informarLa per agevolarLa nell'esercizio di questa facoltà. Per ulteriori informazioni  chiami il numero verde dello Sportello dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) 800 166 654".

Pertanto qualora il consumatore si veda addebitato in bolletta un conguaglio ultrabiennale, sappia che deve seguire la procedura qui di seguito per contestare la fattura:

            - Controllare la bolletta: periodo di riferimento e consumi per verificare che ci sia congruenza tra ciò che segna il contatore e ciò che viene indicato in bolletta

            - Inviare un reclamo scritto al proprio operatore attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno

            - Aspettare una risposta da quest’ultimo che dovrà pervenire entro, e non oltre 50 giorni

            - Trascorsi i quali, qualora la risposta non sia pervenuta o venga ritenuta insoddisfacente, si andrà in conciliazione online

            - A questo punto o il problema si risolve attraverso la conciliazione online, quindi attraverso la risoluzione stragiudiziale presso l’Autorità dell’energia, passaggio obbligatorio prima di adire le vie giudiziarie, e solo successivamente se non si raggiunge l’accordo o non si è soddisfatti di quello raggiunto, si andrà davanti al Giudice di Pace, che però ha un costo e tempi ben più lunghi.

Ovviamente per una questione di efficacia nell’esporre il reclamo e per riuscire ad ottenere il massimo soddisfacimento in conciliazione, è preferibile rivolgersi a Codici ed ai nostri esperti energia.

Per problemi  con conguagli e bollette di varia natura, il cittadino può rivolgersi all’Associazione Codici ai seguenti recapiti: 06.5571996 oppure recarsi allo sportello fisico di Via G.Belluzzo, 1 a Roma dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

Potete anche inviare un reclamo al seguente link: http://codici.org/energia.html

Elenco sportelli Energia e Gas riconosciuti dall’Autorità dell’energia

Codici Roma - Via Belluzzo 1, tel. 06-5571996 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codici Milano - Via bezzeca 3 , tel. 02-36503438 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codici Catania - Via Caronda, 14 95129, tel./fax 095.2180387 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codici Frosinone- via Brighindi 26, tel. 0775 1881564 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pescara -Via Carlo Alberto dalla Chiesa 15, tel. 085-77211 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

codici-dacci-il-5