Il caso Bibbiano ha portato alla luce, almeno secondo gli accusatori, una serie di errori nella gestione degli affidamenti, soprattutto da parte dei Tribunali.

Decisioni a senso unico, che spesso non tengono conto della realtà. Una situazione analoga a quella degli affidi condivisi, in cui spesso e volentieri i padri finiscono per essere estromessi dal rapporto con i figli.

Ha fatto molto discutere, diventando anche un tema di scontro politico. Parliamo di "Angeli e Demoni", l'inchiesta condotta dalla Procura di Reggio Emilia sugli affidi illeciti, culminata con la vicenda Bibbiano.

 

Introdotto dal decreto Cura Italia, il bonus baby-sitting è stato ampliato e rimodulato dall'articolo 72, decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio).
Un provvedimento discriminatorio. È il giudizio dell'associazione Codici, che boccia il Family Act approvato dal Consiglio dei Ministri. Dal pacchetto delle misure redatto dal Ministro alle Pari Opportunità Elena Bonetti emerge infatti un modello di famiglia squilibrato e molto lontano dalla realtà, non solo dal punto di vista lavorativo.

In merito alla fruizione del bonus asilo nido per il 2020, sono arrivate numerose richieste di chiarimento all'Inps relative all'erogazione del beneficio anche per le mensilità interessate dalla sospensione dei servizi educativi per l'infanzia a causa dell'emergenza COVID-19.

L’articolo 23, decreto-legge 17 marzo 2020 ha previsto, in conseguenza della sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole, delle misure di sostegno alle famiglie per l’assistenza e la sorveglianza dei figli di età non superiore ai 12 anni. 

codici-dacci-il-5