Lunedì, 12 Novembre 2018 09:45

Codici: assoluzione Raggi, ora il sindaco non ha più scuse

Vota questo articolo
(0 Voti)

Tempo scaduto. Per la giunta Raggi è arrivato il momento di voltare pagina ed iniziare a lavorare seriamente e concretamente per risollevare Roma.

È il giudizio dell'Associazione Codici, secondo cui l'assoluzione del sindaco deve aprire una nuova fase per il Movimento 5 Stelle e per la capitale.

"Senza entrare nel merito della vicenda giudiziaria – dichiara il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – riteniamo che adesso, senza più il fardello dell'inchiesta, il sindaco Raggi deve avviare quel cambiamento di Roma annunciato in campagna elettorale".

Il lavoro da fare è tanto, vista la situazione difficile in cui si trova la capitale, assediata da emergenze continue.

"In due anni e mezzo di governo – commenta il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – abbiamo visto ben poco di quello che era stato promesso dal M5S. I cittadini quotidianamente devono fare i conti con problemi sempre più pesanti. Penso ai cassonetti circondati da cumuli di rifiuti, ai danni causati dal maltempo o al trasporto pubblico locale".

Il referendum sull'Atac si è risolto, in sostanza, con un nulla di fatto.

"Atac resta in mano al Comune, come voleva la giunta Raggi – sottolinea il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – adesso ci aspettiamo azioni rapide e concrete per permettere ai cittadini di salire su autobus che non prendano fuoco e che non si facciano attendere per ore, in poche parole che siano sicuri e puntuali. Quello del trasporto pubblico locale è solo uno dei tanti problemi che il sindaco Raggi deve affrontare e risolvere – conclude il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – adesso che è stata assolta, inizi a lavorare a tempo pieno, perché Roma ed i romani non possono più aspettare".

codici-dacci-il-5