Martedì, 06 Dicembre 2016 09:24

Gli strani amori di Lapo Elkann: nuova truffa sul web Dietro a quello che sembra un quiz si nasconde un vero e proprio contratto

Vota questo articolo
(1 Vota)
Una nuova truffa corre sui social, nascosta in un quiz che ha come protagonista Lapo Elkann.
Sull'onda del finto rapimento simulato a New York che potrebbe costargli due anni di carcere, sul web si diffondono a macchia d'olio una serie di notizie che riguardano uno o più aspetti della vita del rampollo di casa Agnelli.

Ma non sempre le notizie sono affidabili, anzi, possono nascondere delle trappole per i cybernauti. Questa volta il raggiro è più sottile.

La truffa si cela in un link contenente ciò che sembra un'innocua lista dal titolo “Tutti gli amori di Lapo Elkann! Guarda la lista, stenterai a crederci!”, condita con commenti ingannevoli e menzogneri come: “No dai, non ci posso credere! La 3 e la 1 no, per favore!”e correlata da foto di attrici famose.
In questo modo, il lettore curioso è spinto ad aprire il link. Il titolo attraente porterà molti utenti a spendere qualche minuto e scovare la lista di ipotetiche amanti di Lapo.
Un errore madornale.
Una volta cliccato AVANTI, infatti, si viene rindirizzati ad un sito vastracking.tim.it che porta all'accettazione di un vero e proprio contratto.
In questo modo, infatti, ci si abbona automaticamente ad un servizio settimanale che addebiterà sul vostro conto telefonico il pagamento. I termini e le condizioni per abbonarsi al servizio sono ingannevolmente posizionate in piccolo, in fondo alla pagina, in modo che quasi nessun utente possa notarli e rendersi conto di quanto stia realmente accadendo.
Si tratta di un vero e proprio abbonamento del costo di 6,05 Euro a settimana che l'utente dovrà pagare soltanto per aver cliccato avanti.

Per evitare di cadere in queste trappole di cui il web è pieno, Codici suggerisce, innanzitutto, di stare sempre in guardia:

1. evitare di cliccare sui banner pubblicitari se non si vuole attivare il relativo abbonamento;monitorare costantemente il proprio credito per controllare eventuali addebiti sospetti;
2. si può preventivamente installare un'applicazione per bloccare la pubblicità, come AdBlock;
3. se distrattamente aveste cliccato su 'avanti' e ora vi ritrovaste a dover pagare un abbonamento settimanale senza alcuna consapevolezza o intenzionalità, bisogna che contattiate immediatamente il vostro operatore telefonico per disdire il servizio e bloccare l'addebito. Notificando l'accaduto, inoltre, si può richiedere il rimborso di eventuale credito sottratto;
4. vi suggeriamo, inoltre, di richiedere all'operatore il “Barring”, che viene anche chiamato blocco degli sms premium: in questo modo impedirete tutti gli sms a pagamento non richiesti.

In caso in cui l'operatore non risponda o risponda negativamente e, di conseguenza, e non si riesca a disattivare il servizio non richiesto, l'Associazione Codici resta a disposizione di tutti i consumatori, alla sez. reclami http://www.codici.org/reclamo-telefonia.html.

codici-dacci-il-5