Nuovo capitolo nel caso di malasanità Ilaria Humber, che è stato affrontato oggi in Tribunale. Il Giudice ha stabilito una pena fino a tre anni nei confronti di quattro medici, tra i principali imputati riconosciuti colpevoli.

La situazione in cui versa il Servizio Sanitario Nazionale, come più volte segnala la nostra Associazione CODICI, tra casi di malasanità, liste d’attesa interminabili e Ospedali affollati, ha portato la diretta conseguenza di un aumento considerevole del numero di italiani che si rivolge a strutture private pur di accedere alle prestazioni sanitarie in tempi ragionevoli.

A pochi giorni dalla sentenza del Tar che lo scorso 29 maggio ha annullato il decreto siglato dal Commissario ad Acta della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che stabiliva tempi massimi predefiniti e rigorosi per 63 esami specialistici, l’Associazione CODICI ha deciso di impugnare la sentenza al Consiglio di Stato.

I familiari denunciano l’accaduto imputando la causa al malfunzionamento di un macchinario emerso da uno scambio di sms con il giovane
Dopo anni di battaglie per punire i colpevoli di un caso di malasanità, risalente al 2012, che vide coinvolta una bambina di 12 anni, Ilaria Humber, per una serie di pratiche mediche sbagliate e falsificazione della cartella clinica da parte del personale medico e paramedico, il PM ieri si è pronunciato chiedendo le condanne degli imputati a processo.

È emergenza sanità nella Regione Lazio: il problema delle lunghe attese per essere curati o soccorsi sta diventando preoccupante e provoca situazioni limite, segno di forte disagio.
codici-dacci-il-5