Attenti alle proposte telefoniche! Il vademecum per non farsi fregare

Vota questo articolo
(3 Voti)

Al telefono ci promettono gas ed energia elettrica a prezzi imbattibili che non siamo assolutamente in grado di capire, e magari cadiamo nel tranello di leggere al telefono la nostra bolletta, senza capire quello che leggiamo.

 



Le nuove offerte arrivano ogni tre mesi, quando l'Autorità per l'energia pubblica le tariffe che verranno applicate ai contratti di maggior tutela nel trimestre successivo. 

Ci offrono contratti di mercato libero e sono pagati per confonderci. Non si capisce per conto di chi parlino: l'ultima telefonata mi arriva da un fantomatico "ufficio nazionale della luce". Chiedo spiegazioni ma riattaccano.
Sono pagati a percentuale sul numero di contratti che riescono a concludere e devono a tutti i costi strappare il nostro assenso. Telefonano alla sera, all'ora di cena, quando il titolare è presumibilmente in casa, non  si scusano e partono con la stessa musica.

La missione è accalappiare il pollo, anziano e inesperto e punta alla registrazione delle condizioni che vi hanno esposto e che dovrete ripetere, parola per parola.

Di solito il pollo non sa mai quanto consuma e non è quindi in grado di valutare la proposta che gli viene fatta.

Le domande sono sempre le stesse: "chi è il suo fornitore, quanto spende. Prenda una bolletta che la leggiamo assieme, così le dimostro quanto risparmia con noi".

Se lo farete, avrete firmato la vostra condanna perché se comunicherete il numero del vostro POD, potrebbero utilizzarlo per millantare un vostro assenso. C'è anche chi ruba le bollette dalle cassette postali per recuperare il numero di POD.
Vi promettono di tutto e di più: rimborsi, risparmi del 30% rispetto a quanto pagate, tariffe fisse per anni, buoni per l’acquisto di carburanti, punti per la spesa al supermercato, manutenzioni e assicurazioni, lampadine etc.

Dovete resistere, perché sono tutte balle!

Se vi chiedono di registrare l’accettazione delle clausole contrattuali che vi hanno esposto, vi accorgerete che state per confermare condizioni diverse oppure che ce ne sono di nuove.

Non dovete farvi cogliere impreparati: è il compratore che deve ricercare le condizioni a lui più favorevoli e non il venditore a proporle!

Non cambiate contratto per pochi euro all’anno, restate nel servizio tutelato, se ancora ci siete! 

Il consiglio è di registrarvi al numero 800.265.265 del Registro delle Opposizioni, evitando che le proposte vengano fatte a persone di casa che non sono in grado di valutarle.